Fermo: FCI Marche: lo junior Amati trionfa a Petritoli, il campione regionale allievi Sgherri arriva primo a Fiuminata mentre Farroni è medaglia d’oro nel paraciclismo

4' di lettura 17/08/2022 - Ordine d’arrivo del Trofeo Balacco Paponi (Petritoli), del Trofeo Sirio Castellucci (Fiuminata) e il trionfo di Giorgio Farroni in Canada

PETRITOLI – Il laziale Federico Amati del Team Logistica Ambientale ha sbaragliato il campo al Trofeo Balacco Paponi, ottenendo in solitaria la prima affermazione a stagione in corso. Ancora una volta il ciclismo juniores a Petritoli ha fatto centro premiando la grande mole di lavoro in ambito organizzativo del Team Studio Moda e del “promoter” in loco Emanuele Senzacqua, presidente regionale della commissione giudici di gara FCI Marche. Al via 109 corridori in rappresentanza di 23 squadre ad onorare una classica estiva del ciclismo marchigiano juniores giunta alla quindicesima edizione avvalendosi della collaborazione di Mauro Paponi e Attilio Marinucci con l’alto patrocinio del comune di Petritoli, in omaggio a Fausto Balacco e Gabriele Paponi, due personaggi storici del ciclismo petritolese, Zaccaria Senzacqua, Domenico Romanelli, Giovanni Leoni, il dott. Vico Massucci e Gino De Carolis. Nel circuito iniziale in pianura tra Valmir e Ortezzano ha preso corpo una fuga di quindici corridori che ha raggiunto un vantaggio massimo di 2’50”. Sotto la spinta della Scap Trodica di Morrovalle il vantaggio veniva man mano limato e al primo passaggio sulla salita di San Marziale il gruppo tornava compatto forte di una quarantina di uniyà con tutti i migliori. Col passare dei chilometri hanno avuto via libera Francesco Vignini (UC Foligno), Edoardo Burani (Team Fortebraccio), Diego Bracalente (Scap Trodica di Morrovalle) e Amati che si sono avvantaggiati di una quindicina di secondi rispetto agli inseguitori. Al Gran Premio della Montagna Burani precedeva Bracalente poi, nel tratto in falsopiano ha avuto luogo la stoccata vincente di Amati fino all'arrivo precedendo il vice campione italiano Burani, Vignini e Bracalente. Al vincitore Amati è stato donato un quadro dal pittoscultore petritolese doc Maurizio Virgili, nonché appassionato di ciclismo.

ORDINE D’ARRIVO TROFEO BALACCO PAPONI

1. Federico Amati (Team Logistica Ambientale)

2. Edoardo Burani (Team Fortebraccio)

3. Francesco Vignini (UC Foligno)

4. Diego Bracalente (Scap Trodica di Morrovalle)

5. Matteo Fiorini (Pedale Chiaravallese)

6. Raffaele Tela (Asd Geom Pippo Caruso)

7. Edoardo Rulli (Forno Pioppi)

8. Alessandro Pellegrini (Unipolglass Centri Cristalli Auto)

9. Leonardo Di Santo (Vini Fantini-Sportur-Free Bike)

10. Luca Fraticelli (Sidermec - F.Lli Vitali)

11. Valentino Romolini (Team Fortebraccio)

12. Sebastiano Fanelli (Pedale Chiaravallese)

13. Luca Tedioli (Deka Riders-Team Bike Romagna)

14. Angelo Thomas D'Ambrosi (Team Coratti)

15. Simone Giampaolo (Audax Fiormonti)

16. Ettore Pieri (UC Foligno)

17. Tommaso Fiorini (Pedale Chiaravallese)

18. Andrea Mearelli (Team Logistica Ambientale)

19. Matteo Bandoni (UC Foligno)

20. Semen Simon (Ukr, Team Coratti)

21. Edoardo Luce (Gulp! Pool Val Vibrata)

22. Ettore Brugnami (Forno Pioppi)

23. Federico Di Mauro (Gulp Pool Val Vibrata)

24. Daniele Chinappi (Multicar Amaru' - Equipe Sicilia)

FIUMINATA – Al Trofeo Sirio Castellucci-Gara Alta Valle del Potenza c’è stato il timbro personale del campione regionale FCI Marche Giacomo Sgherri dell’Alma Juventus Fano che ha superato allo sprint un nutrito drappello di atleti per aggiudicarsi con pieno merito la corsa organizzata dalla Recanati Marinelli Cantarini. È stato un epilogo di corsa affollato e favorito da un tracciato prevalentemente pianeggiante (salvo qualche lieve strappo nell’attraversamento del centro storico di Fiuminata). Nonostante alcune piccole schermaglie, il gruppo è riuscito a tenere cucita la corsa sotto l’impulso degli uomini dell’Alma Juventus Fano che hanno neutralizzato l’azione di Lorenzo Chiodarelli della Cotignolese. Nel finale è poi salito in cattedra il vice campione italiano ciclocross Mattia Proietti Gagliardoni (UC Foligno) all'attacco in più di un'occasione ma sempre marcato stretto dal gruppo che si è presentato all’arrivo con l’imbattibile Sgherri che ha bruciato allo sprint Francesco Cornacchini (UC Città di Castello) e lo stesso Gagliardoni. Nel gruppo inseguitore si è fatto notare Carlo Cerquetella (Recanati Marinelli Cantarini), neo campione provinciale strada FCI Macerata.

ORDINE D’ARRIVO TROFEO SIRIO CASTELLUCCI

1° Giacomo Sgherri (Alma Juventus Fano)

2° Francesco Cornacchini (UC Città di Castello)

3° Mattia Proietti Gagliardoni (UC Foligno)

4° Thomas Bolognesi (Polisportiva Fiumicinese F.A.I.T. Adriatica)

5° Luca Nicoloso (Alma Juventus Fano)

6° Dario Cammisa (Asd 1 D+ 1 Dente in Più)

7° Leonardo Meccia (Polisportiva Fiumicinese F.A.I.T. Adriatica)

8° Lorenzo Marangoni (SC Cotignolese)

9° Alex Cecconi (Pedale Chiaravallese)

10° Tommaso Marchionni (UC Foligno)

BAIE COMEAU (CANADA) – Appena rientrato dal Canada, sul collo di Giorgio Farroni brilla un’altra medaglia d’oro iridata a coronamento di una prova superlativa nella prova in linea della categoria T1 non deludendo le aspettative e lasciandosi alle spalle il canadese Nathan Clement e lo spagnolo Gonzalo Garcia Abella. Tra i T2 brivido per Stefano Stacchiotti, che alla fine della prima discesa cade ed è costretto a dare forfait, fortunatamente riportando solo traumi di non grave entità.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-08-2022 alle 22:36 sul giornale del 18 agosto 2022 - 164 letture

In questo articolo si parla di attualità, ciclismo, federciclismo marche, comunicato stampa, fci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dljH