Civitanova: Omicidio Ogorchukwu, Charity crolla davanti al corpo del marito morto: "vogliamo giustizia, con due bianchi non sarebbe andata così"

3' di lettura 02/08/2022 - Si conosceranno nel pomeriggio i risultati dell’autopsia sul corpo di Alika Ogorchukwu, il 39enne nigeriano morto venerdì scorso in una colluttazione lungo corso Umberto I con il 32enne campano Filippo Ferlazzo. Ma la mattinata è stata segnata dal dolore della moglie di Alika, Charity , che stamattina alle 11 ha potuto vedere per la prima volta la salma del marito.

Un momento straziante, al seguito del quale la donna si è lasciata andare a urla e pianti disperati. La donna è crollata come se fosse stata investita da un tir a tutta forza: troppo pesante il dolore di dover piangere un marito morto in queste circostanze. A sorreggerla e poi accompagnarla via da quella scena che la stava lacerando dentro sono stati un’amica, pastore della comunità nigeriana, e il cognato Eddie. «Vogliamo giustizia, è tutto così doloroso quello che è accaduto – ha detto l’uomo in inglese – basta guardare il video per capire cos’è accade alle persone nere. E non vogliamo che accada ancora. Vogliamo giustizia per i neri, dal video si vedono un sacco di persone che osservano la colluttazione senza fare nulla. Io credo che se fossero stati due bianchi ad affrontarsi non sarebbe andata alla stessa maniera. E invece siccome combattevano un bianco e un nero è andata così». E ha chiuso il suo appello con “Black lives matters”, la frase diventata motto della battaglia per l’uguaglianza dei neri americani. Eddie ha confermato che non c’è ancora una data per il funerale ma che si terrà certamente in Italia.

Presente ovviamente anche l’avvocato della famiglia Ogorchukwu, Francesco Mantella, che ha confermato che Alika non aveva bisogno di soldi in maniera così impellente avendo «da poco incassato circa 40 mila euro dall’assicurazione» per l’incidente che lo aveva visto investito da un’auto, incidente che gli aveva lasciato un problema alla gamba. Proprio per questo aveva sempre con sé la sua stampella, quella che poi Ferlazzo ha usato per percuoterlo.

Vanno avanti anche le donazioni all’indirizzo della famiglia nigeriana: sono già centinaia i bonifici arrivati alla banca di Tolentino dove è stato aperto un conto dedicato all’operazione, cui si sommeranno i 15 mila euro stanziati dal Comune di Civitanova.

Tornando all’autopsia, il medico legale Ilaria De Vitiis ha iniziato le operazioni sulla salma intorno a mezzogiorno e queste dovrebbero prolungarsi per alcune ore.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino








Questo è un articolo pubblicato il 02-08-2022 alle 15:37 sul giornale del 03 agosto 2022 - 235 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/di2a





logoEV
logoEV