counter

Civitanova: Omicidio Ogorchukwu, il primo "scoglio" è l'autopsia, poi la perizia psichiatrica di Ferlazzo, che resta in carcere

2' di lettura 01/08/2022 - Non che ci fossero molti dubbi, ma la giornata odierna sul caso dell’omicidio Ogorchukwu è stata quella della convalida dell’arresto dell’aggressore Filippo Ferlazzo. L’uomo è così rimasto dietro le sbarre del carcere di Montacuto in attesa dei prossimi sviluppi della vicenda.

La prossima tappa per fare chiarezza sulle (peraltro poche) zone d’ombra del delitto sarà quella di domani mattina, quando all’ospedale di Civitanova verrà eseguita l’autopsia sul corpo del 39enne ambulante nigeriano. Determinare le cause della morte di Alika sarà cruciale per l’evolversi della vicenda giudiziaria, insieme all’altro nodo da sciogliere: quello delle condizioni psichiche di Ferlazzo. «Filippo ha chiesto scusa e ha chiarito che non c’è stata nessuna volontà razziale, tanto è vero che nemmeno la Procura ha deciso di procedere», ha rimarcato l’avvocato del 32enne di origini campane Roberta Bizzarri all’uscita dal carcere dorico, dove si è svolta in mattinata l’udienza di convalida.

La difesa resta quindi alla porta in attesa dei prossimi sviluppi. In primis per i risultati dell’autopsia e poi per la perizia psichiatrica. «Vedremo se ci sarà da interloquire su questo, è stata una giornata di attesa quella odierna – dice l’avvocato della famiglia Ogorchukwu Francesco Mantella – è chiaro che la convalida della misura cautelare fosse abbastanza scontata. Credo che l’unica svolta per la difesa possa arrivare dalla perizia psichiatrica, anche se io, francamente, visti gli elementi che abbiamo in mano sono piuttosto scettico sul fatto che si possa ribaltare la situazione. Mettendomi nei panni della controparte, comunque, probabilmente mi sarei mosso alla stessa maniera». Ad ogni modo, il legale della famiglia Ogorchukwu ha già nominato i suoi consulenti di parte per l’autopsia, mentre l’avvocato di Ferlazzo non lo ha fatto perché ritiene pacifica la dinamica dei fatti.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino






Questo è un articolo pubblicato il 01-08-2022 alle 17:42 sul giornale del 02 agosto 2022 - 289 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/diSx





logoEV
logoEV
qrcode