counter

Ancona: Primarie elezioni comunali. Pesaresi si presenta: “Finita l’era dell’uomo o della donna soli al potere”

4' di lettura 21/07/2022 - Ha presentato pubblicamente la sua candidatura alle primarie della coalizione di centro sinistra Carlo Pesaresi, all’evento ampia partecipazione di dem dorici e delle liste di coalizione. Un appello alla coalizione sull'Area Marina Protetta a favore dei Verdi

Ha scelto il Pincio per presentare la sua candidatura alle primarie di coalizione del centro sinistra. Carlo Pesaresi, ha ufficialmente aperto la sua campagna elettorale verso le primarie che il 13 novembre chiameranno gli elettori di centro sinistra scegliere chi sarà il loro candidato sindaco. Avvocato, Carlo Pesaresi ha un passato nell’amministrazione pubblica e in particolare nel campo culturale. Tra gli incarichi ricoperti in passato quello di assessore alla cultura nella Provincia di Ancona e direttore del Consorzio Marche Spettacolo.

La candidatura arriva in risposta a quella di Ida Simonella, attuale assessore al bilancio e al porto e rappresentante della giunta uscente. Tra i temi caratterizzanti della mozione Pesaresi emerge fin da subito il carattere di discontinuità con la giunta e il metodo Mancinelli.

«Il ’23 si apre un nuovo ciclo. Siamo consapevoli della crisi che stiamo vivendo e le città più accorte si domandano quale sia il loro futuro. Noi abbiamo la consapevolezza che il governo della nostra città abbia scelto di non affrontare, con i dovuti mezzi, questa sfida, ma di sedersi sul già fatto. Chiudersi in un castelletto le cui finestre danno solo su un cortile interno».

I riferimenti sono impliciti ma chiari, e il primo punto del programma Pesaresi è quello di un diverso metodo di intendere ed esercitare la leadership «La visione della donna o dell’uomo solo al comando oggi non servono e non fanno crescere. Anzi, rifiutiamo una impostazione verticistica che fugge dal dialogo». Attacchi che subito vengono riassorbiti nel fair play delle primarie: «Queste primarie sono un’occasione di confronto e di crescita. Dobbiamo ricordare che l’avversario non è quello che incontreremo alle primarie, ma quello che incontreremo alle elezioni».

I VERDI E l’AREA MARINA PROTETTA

Un appello all’unità che va si trasforma in appello anche per chi ha abbandonato la coalizione, ovvero i Verdi, usciti dopo la bocciatura dell’Area Marina Protetta prevista dal programma di coalizione. (qui l'articolo)

«Il documento sottoscritto pone dei punti precisi sulla tutela del Conero e dell’Area Marina Protetta. Io da quel documento parto, ma penso che obbiettivo della tutela sia fondamentale e si debba fare un percorso, penso che in questo percorso il contributo delle forze ambientaliste sia fondamentale e che la coalizione non ne possa fare a meno».

LA COALIZIONE

Sembra essere proprio la spinta alla collaborazione e all’inclusione di tutte le forze di centro sinistra l’ariete che Carlo Pesaresi intende usare per far breccia nel cuore della sinistra dorica. La nutrita partecipazione all’evento del Pincio conferma un interesse della politica in tal senso. Al fianco di Pesaresi, oltre a Chiara Malerba, rappresentate del mondo della cultura da cui Pesaresi proviene, anche Susanna Dini in rappresentanza del PD Ancona e Metteo Bilei, ex candidato con la lista civica A2O. Presenti all’evento anche esponenti di Articolo1 Ancona.

IL PROGRAMMA

Ed il coinvolgimento è infatti anche il primo punto della sintesi del programma presentato nella serata di mercoledì:

Coinvolgimento dei consiglieri comunali tramite le deleghe, coinvolgimento dei CTP (ex circoscrizioni) e coinvolgimento di forze sociali, cittadini e terzo settore.

Ancona Capoluogo. Secondo punto del programma ritrovare il ruolo di Ancona in qualità di Capoluogo di Regione, con oneri e onori relativi. Recuperare inoltre il progetto di Macroregione Adriatico Ionica e il ruolo di Capoluogo Adriatico di Ancona.

Prendersi cura delle fragilità. Pesaresi propone un ruolo di prossimità di cura dei cittadini e soprattutto delle fragilità del territorio, a partire dai giovani.

Attrattività turistica. Rendere Ancona più competitiva per il turismo e non solo. «Ancona oggi è assolutamente respingente per i giovani. Facciamo nascere una nuova imprenditoria, fertilizziamo questa città. Riscriviamo una identità culturale che sia però più profonda dell’essere la città delle crocette. Ancona può farlo».

Ambiente. Attenzione ambientale che sarà di sottofondo a tutte le questioni affrontate. Un rispetto per l’ambiente inteso anche come carattere di attrattiva del territorio ed elemento di vivibilità della città.

Economia. Pesaresi individua tre asset primari della città. Porto, Università e Sanità. Tre mondi che devono collaborare nella creazione di una filiera economicamente e tecnicamente avanzata. Un contesto in cui costruire un quarto polo economico, rappresentato dal Turismo.

LA SFIDA DELLE PRIMARIE

Un evento che ha dimostrato la solidità della Mozione Pesaresi alle primarie. Sarà lui lo sfidante di Ida Simonella in una sfida che promette di essere una corsa due. Se la Mozione Simonella ha dalla sua il consenso della popolazione in relazione alla giunta uscente Pesaresi contrappone la freschezza della novità nel panorama politico anconetano.

Con l’evento di presentazione del Pincio prende il via una sfida che sarà sicuramente un confronto serrato fino alla data delle primarie del 13 novembre.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it







Questo è un articolo pubblicato il 21-07-2022 alle 23:04 sul giornale del 22 luglio 2022 - 217 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, carlo pesaresi, elezioni comunali ancona, articolo, Filippo Alfieri, amministrative ancona, primarie ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dg5R





logoEV