counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
articolo

Tamberi ai mondiali di atletica con il padre allenatore: divorzio congelato

2' di lettura
204

Parziale retromarcia per Gimbo, spinta dalla Federazione di atletica

Ai Mondiali di atletica di Eugene, in programma in Texas dal 15 al 24 luglio, Gianmarco Tamberi sarà seguito ancora dal padre-allenatore Marco. È stata infatti sospesa fino al termine della stagione la separazione che il campione olimpico di salto in alto aveva annunciato domenica scorsa. Decisivo l'intervento delle Federazione italiana di atletica che ha sollecitato atleta e allenatore a rinviare tutto per non compromettere l'attesa gara iridata.

"Ho chiesto ad entrambi - ha dichiarato il presidente Fidal Stefano Mei - di attendere la conclusione della stagione per valutare nel merito, e con serenità, i risultati. Un equilibrio così delicato come quello tra allenatore ed atleta non può essere alterato alla vigilia di un appuntamento tanto importante. Ho trovato da parte di entrambi, come speravo, disponibilità a riprendere immediatamente il lavoro, e questo è quel che più conta".

"Da parte del presidente - ha confermato Gimbo - è arrivato l'invito, sia a me che a mio padre, di continuare la collaborazione in vista degli imminenti impegni sportivi, al fine di scongiurare possibili problemi in gara, ed entrambi abbiamo accettato di proseguire assieme. Non c'è valore più alto per me che la maglia azzurra e quindi ben venga questa soluzione. Darei l'anima per vedere il tricolore sul gradino più alto del podio e non lascerò nulla di intentato affinché questo si verifichi". Gimbo è già volato in Texas, il padre Marco lo raggiungerà nelle prossime ore.

Intanto Gimbo ha postato sui social una foto che lo ritrae davanti al Passetto per ringraziare Ancona. "Ogni volta che parto per una gara con la maglia della nazionale - scrive Tamberi - so che posso contare sul sostegno di un infinità di persone da ogni dove nel nostro stivale e in particolare dalla mia magnifica città. Quanti allenamenti fatti in questo luogo incantato, quanto sudore versato per provare a raggiungere i miei obiettivi... l'energia che è riuscita a trasmettermi la meravigliosa scalinata alle spalle di questo monumento è un qualcosa di unico. Porto tutto dentro e ora... è il momento di liberare le ali! Non so dove sarò l'anno prossimo, ma per ora... grazie di tutto Ancona!".





Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2022 alle 11:10 sul giornale del 09 luglio 2022 - 204 letture






qrcode