Civitanova: Paglialunga sfida Ciarapica: "un faccia a faccia pubblico giovedì in sala consiliare"

4' di lettura 20/06/2022 - Il 26 giugno i civitanovesi dovranno scegliere il sindaco di Civitanova Marche per i prossimi cinque anni. Al riguardo vorrei fare alcune considerazioni riferite ai dati della trascorsa tornata elettorale.

Tra i tanti proclami postati sui social in questi giorni dagli esponenti del governo Ciarapica, leggiamo anche di enfatizzazioni del loro risultato elettorale, con cui si vorrebbe far credere che il 46,58% dei cittadini civitanovesi abbia votato per Ciarapica.Niente di più falso, perché sappiamo bene che con un'astensione al voto del 48.29%, la percentuale attribuita alla coalizione di Ciarapica, va parametrata al 51,71% di votanti e non al totale della popolazione civitanovese avente diritto. Ciò sta a significare che poco più del 23% dei cittadini ha scelto Ciarapica. Sta anche a significare che chi non ha votato nella prima tornata elettorale è più che mai importante che lo faccia ora perchè non è accettabile delegare a meno di 1/4 della popolazione civitanovese, scelte così determinanti per il futuro della città. L’espressione di voto è la ragione e la manifestazione suprema della democrazia, conquistata con sacrificio dalle generazioni precedenti ed io faccio appello a tutte le donne e a tutti gli uomini civitanovesi perché vadano a votare, per il bene della nostra città e delle future generazioni.

C'è un altro dato della precedente tornata elettorale che merita attenzione: personalmente io, come candidata sindaca, ho ricevuto 400 preferenze personali, oltre ai voti corrispondenti alla sommatoria dei voti dati alle liste. Ciarapica ha ricevuto invece solo 176 preferenze. La partita quindi è ancora tutta da giocare ed è una partita decisiva per il futuro della nostra città.

Altra riflessione riguarda l’esito del voto riferito a ciascuna lista della coalizione di centrodestra di cui Ciarapica è candidato sindaco. Faccio notare che il suo elettorato non ha premiato due sue liste che non avranno consiglieri comunali e che Ciarapica entrerà in consiglio comunale con cinque liste anziché sette; la mia coalizione mantiene forti e salde tutte le sei liste che entreranno tutte con rappresentanti qualificati, in consiglio comunale.

Il suo elettorato, con il voto, ha premiato le posizioni più estreme della sua coalizione. Personalmente credo che l'elettore moderato della coalizione di centrodestra di Fabrizio Ciarapica debba riflettere molto e decidere di favorire invece un impegno che eviti lo slittamento ideologico e culturale del governo della città verso posizioni estreme. Diversamente, potranno esserci conseguenze impattanti sul futuro della nostra città rispetto ai valori fondativi della nostra democrazia.

Inoltre voglio segnalare ai cittadini civitanovesi una questione riferita alla par condicio: ad oggi non risulta che il Sindaco uscente abbia accettato di aderire a confronti pubblici con me che sono l'altra candidata sindaca, come solitamente avviene nella campagna elettorale per il ballottaggio. Confronti proposti da televisioni locali e/o giornali. In questo modo il sindaco uscente limita il diritto dei cittadini alla piena informazione elettorale e compromette la par condicio impedendo anche a me il confronto pubblico con lui.

Concludo informando che, per garantire la partecipazione della cittadinanza e la piena informazione, invito Fabrizio Ciarapica giovedì 23 giugno alle ore 18.30, ad un confronto pubblico e trasparente, nel luogo simbolo della democrazia cittadina che è la sala del consiglio comunale. Propongo questo modello: senza giornalisti, solo cittadini liberi che vogliano essere presenti senza applaudire e senza poter intervenire a favore dell'uno o dell'altra. Ci rivolgeremo reciprocamente cinque domande, non conosciute, a cui ciascuno di noi avrà due minuti per rispondere. Spero che il sindaco uscente, che invito pubblicamente attraverso la stampa, mi risponda positivamente. Attendo una conferma pubblica.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino

Mirella Paglialunga

Candidata sindaco coalizione centrosinistra





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-06-2022 alle 16:47 sul giornale del 21 giugno 2022 - 152 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/db2W





logoEV
logoEV