counter

Fano: Minaccia di uccidersi con un taglierino ma avverte lo zio: corsa contro il tempo per salvarlo

1' di lettura 12/06/2022 - Un’ora di coraggio, pazienza, empatia, sangue freddo. È quanto c’è voluto per evitare l’irreparabile. Per far sì che un 36enne di Fano non compiesse l’insano gesto. L’ultimo, in caso, di tutta la sua vita.

Venerdì sera ha infatti minacciato di farla finita puntandosi un taglierino alla gola. Ha però inviato un messaggio disperato allo zio, con tanto di foto, per fargli capire quale atto estremo avrebbe potuto compiere. Da lì la richiesta di soccorso e il provvidenziale e risolutivo intervento dei carabinieri.

I militari si sono precipitati nell’abitazione dell’uomo: se sono entrati nell’appartamento è soltanto grazie ai vigili del fuoco che hanno aperto loro l’ingresso. Una volta dentro hanno notato tracce di sangue ovunque, anche su un coltello trovato in cucina. A quel punto l’inizio delle ‘trattative’ per evitare il peggio. Il giovane era sul letto, in forte stato di agitazione. Minacciava di recidersi la giugulare con un taglierino se qualcuno avesse provato a fermarlo.

A quel punto i carabinieri hanno avviato un dialogo con il 36enne. Al primo momento di distrazione è stato bloccato. Poi è stato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio all’ospedale di Urbino.






Questo è un articolo pubblicato il 12-06-2022 alle 16:11 sul giornale del 13 giugno 2022 - 533 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, articolo, Simone Celli, sventato suicidio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/daOP





logoEV
logoEV
qrcode