counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Senigallia: Bigiotteria irregolare: sequestrati oltre 10 mila articoli ad un ambulante del centro commerciale

2' di lettura
314

La Guardia di Finanza Senigallia, nel corso di mirati controlli in materia di sicurezza prodotti e sulla conformità alla normativa comunitaria, intensificati in concomitanza con lo svolgimento della manifestazione “mercato europeo del commercio ambulante”, tenutasi nei giorni scorsi, hanno sottoposto a sequestro amministrativo oltre diecimila articoli di bigiotteria per un valore di oltre 50.000 euro.

I prodotti infatti non erano in regola con la normativa in materia di etichettatura. Gli articoli, tra cui anelli, bracciali, orecchini erano posti in vendita da un commerciante ambulante di origine bengalese presso un centro commerciale di Senigallia ed erano privi delle previste informazioni circa la composizione dei prodotti ed i materiali utilizzati, con conseguenti pericoli per la salute connessi alla eventuale presenza di allergeni o componenti potenzialmente pericolosi.

La vigente normativa comunitaria e nazionale prevede, infatti, l’obbligatoria indicazione, chiaramente visibile e leggibile, della denominazione legale o merceologica del prodotto, del produttore o importatore, del Paese di origine, dell’eventuale presenza di materiali o sostanze che possono arrecare danno all’uomo, alle cose o all’ambiente e dei materiali impiegati, nonché delle istruzioni e delle eventuali precauzioni e loro destinazione d’uso, ove utili ai fini della sicurezza del consumatore. Al termine delle attività, oltre al sequestro dei prodotti, i finanzieri hanno segnalato il responsabile alla Camera di Commercio per le Marche, per la successiva sanzione amministrativa per la violazione al Codice del Consumo, che prevede una multa da 516 a 25.823 euro.

L’operazione delle Fiamme Gialle si inserisce nel più ampio contesto della tutela del Made in Italy, del contrasto alle pratiche commerciali illegali e della sicurezza dei prodotti volti a garantire il corretto funzionamento del mercato, alla valorizzazione dei prodotti sicuri in linea con gli standard di commercializzazione europei, a tutela dei commercianti che operano correttamente, e alla salvaguardia del consumatore finale.



Questo è un articolo pubblicato il 01-06-2022 alle 09:07 sul giornale del 03 giugno 2022 - 314 letture






qrcode