counter

Ricercato per rapine e furti nell'Anconetano, latitante arrestato in Germania

2' di lettura 01/06/2022 - Arrestato in Germania un pluripregiudicato di 61 anni di origini catanesi: era ricercato per una serie di rapine a banche e uffici postali commessi in provincia di Ancona, soprattutto in Vallesina

La polizia ha arrestato in Germania un 61enne catanese pluripregiudicato e latitante, condannato a 8 anni e 2 mesi di reclusione per reati di rapina, furto e bancarotta commessi nella provincia di Ancona. L'uomo è considerato dagli investigatori il capo della "banda del venerdì", una organizzazione criminale composta da 25 persone, perlopiù di origini siciliane, dedita a rapine in uffici postali e banche, prevalentemente nella zona della Vallesina. L'appellativo deriva dal modus operandi del gruppo: i rapinatori, con gruppi diversi di volta in volta costituiti, arrivavano nelle Marche di venerdì appositamente per commettere i colpi per poi ritornare immediatamente dopo nelle loro regioni di origine.

Il sodalizio criminale era stato sgominato dalla polizia con una operazione coordinata dalla procura dorica tra il 2014 e il 2015. Le indagini erano partite in seguito ad una tentata rapina all'ufficio postale di Torrette. I banditi avevano tentato il colpo ad Ancona dopo aver fallito una rapina all'ufficio postale di Montecosaro Scalo. In quella occasione i poliziotti della Questura dorica, che erano sulle loro tracce già da parecchi giorni, avevano impedito la rapina esplodendo alcuni colpi di arma da fuoco al fine di farli desistere nel loro intento. Le successive indagini avevano permesso di individuare gli autori delle rapine e la loro rete di fiancheggiatori.

Il processo a carico del 61enne catanese, ritenuto il vertice dell’organizzazione, si era concluso nel 2020 quando il procuratore generale presso la Corte di Appello di Perugia, unificando tre diverse sentenze di condanna, determinava nei suoi confronti la pena di 8 anni e 2 mesi di reclusione. Dando così inizio a nuove indagini della polizia volte alla ricerca del condannato che nel frattempo si era reso irreperibile. Per il 61enne si aprono ora le porte del carcere.






Questo è un articolo pubblicato il 01-06-2022 alle 16:24 sul giornale del 03 giugno 2022 - 210 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/c0i6





logoEV
logoEV
qrcode