counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
articolo

Fermo: Cresce il sistema turistico del fermano: grazie ai finanziamenti del GAL, anche i giovani fermani investono nel territorio

3' di lettura
212

Il GAL e gli Enti pubblici del fermano si mobilitano per valorizzare il territorio. Anche molti giovani stanno decidendo di rimanere in provincia per realizzare i loro progetti imprenditoriali.

Già da alcuni anni la Regione Marche e il GAL Fermano hanno individuato nella valorizzazione turistica un elemento importante per la crescita del territorio. Negli ultimi anni, anche molti giovani – in Italia ma anche nelle Marche – hanno deciso di investire nel settore del turismo, con una particolare attenzione al turismo rurale e a quello esperienziale, che permette di valorizzare il patrimonio culturale, ambientale ed enogastronomico del territorio, coinvolgendo sempre di più non solo i turisti e visitatori, ma l'intera comunità.

Ecco allora spiegata l'importanza degli investimenti in questo settore e la necessità di far conoscere le esperienze positive e le nuove iniziative che si stanno sviluppando. Molti Enti Pubblici si stanno mobilitando per investire sulla valorizzazione del territorio; il Comune di Fermo, ad esempio, ha appena portato a termine il progetto di restauro della bellissima fontana di Torre di Palme. Il Comune di Monteleone, invece, sta completando i lavori di restauro della famosa torre esagonale, per permettere al turista-visitatore di raggiungere la cima della torre, godendo del panorama e della bellezza delle campane.

Questo percorso di sviluppo si compie grazie al sostegno GAL Fermano e della strategia del progetto PIL “Itinerari di storia”, dalla collaborazione tra Enti del territorio, e, soprattutto, dalla voglia e l'interesse di alcuni giovani di rimanere e investire ed investire nel territorio. Nella Valdaso, i giovani della cooperativa Tu.Ris.Marche hanno avviato un nuovo progetto nel campo del turismo esperienziale, che coinvolge tutto il territorio fermano con le attività di e-bike. A Fermo, invece, stanno nascendo nuove strutture ricettive – gestite da giovani – che puntano proprio sul settore del turismo rurale ed esperienziale. Ad esempio, in contrada Campiglione sta nascendo una nuovissima casa vacanze grazie al co-finanziamento del GAL Fermano, proprio nell'ambito delle iniziative per lo sviluppo del territorio (Bando Sottomisura 19.2.6.4.B).

L’inizio delle attività è previsto per luglio, quando l’arredamento della struttura verrà completato. Intanto, il parco con alberi da frutto e il giardino sono pronti ad accogliere i turisti, creando un’atmosfera di pace. La piscina è a buon punto, è stata posata e aspetta solo di essere riempita. La titolare di questo nuovo progetto imprenditoriale è Serena Fenni, una giovane ragazza con esperienza nel campo della comunicazione e del marketing. Con grinta e determinazione, Serena sta pian piano realizzando il suo sogno di creare un’oasi di relax e di offrire un momento di rigenerazione agli ospiti del “Borgo Fe’”. La presenza di spazi aperti e della piscina permette di pensare a corsi di nuoto, di yoga e meditazione all’aperto, oppure a cene con menù tradizionali e prodotti del territorio. Per ora è tutto work in progress, ma presto Serena vedrà il suo progetto professionale muovere i primi passi.

In questo periodo, dopo la lunga fase della pandemia, è incoraggiante vedere i giovani che investono in prima persona nel territorio. È un segno di ripresa e di speranza per Fermo e per l'interno territorio fermano.





Questo è un articolo pubblicato il 01-06-2022 alle 21:32 sul giornale del 02 giugno 2022 - 212 letture






qrcode