Atletica: Fabriano, lanci da primato ai Regionali

3' di lettura 25/05/2022 - Sono le pedane dei lanci a prendersi la scena nei Campionati regionali a Fabriano, con le atlete di casa protagoniste di ben tre primati marchigiani. Due nuove imprese arrivano per merito di Sofia Coppari che continua la sua crescita inarrestabile e nel disco incrementa il suo record regionale assoluto fino alla misura di 48.78.

Oltre mezzo metro di progresso per la giovane portacolori dell’Atletica Fabriano, 18 anni ancora da compiere, rispetto al 48.25 con cui aveva vinto l’argento tricolore under 20 invernale alla fine di febbraio. Ma l’atleta allenata dal coach Pino Gagliardi riesce ad abbattere anche il suo primato marchigiano juniores nel peso con 13.74: anche in questo caso è netto il miglioramento in confronto al 13.02 dell’anno scorso. Nel giavellotto c’è l’acuto di Gaia Ruggeri, capace di piazzare subito un gran lancio a 44.14 che vale quasi due metri in più del personal best e il nuovo record regionale under 23, a soli tre centimetri da quello assoluto, per la gioia del suo tecnico Gabriele Archetti. Tra gli uomini nel disco buona la prima nella stagione all’aperto dell’ascolano Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro), campione italiano invernale, che torna oltre i sessanta metri con 60.88 dopo aver già lanciato nella stessa serie anche 60.53 e 60.00.

Nella manifestazione che mette in palio i titoli assoluti, promesse e juniores si comportano bene gli sprinter con la doppietta di Fabio Yebarth (Sport Atl. Fermo) che corre in 10”66 (-0.5) nei 100 e 21”74 (+0.3) sui 200 metri, firmando il primato stagionale in entrambe le gare, rispettivamente a nove e quindici centesimi dai tempi più veloci in carriera. Alle sue spalle in evidenza nei 200 in 21”98 il non ancora ventenne jesino Alexandr Muzi (Sef Stamura Ancona) che vince sui 400 con il notevole crono di 48”22 davanti allo junior Alex Ebuka Chuks (Sef Stamura Ancona), a sua volta al personale in 49”87. Nel triplo Nicola Sanna (Sef Stamura Ancona) rientra con 14.53 e nell’alto il filottranese Lorenzo Falappa (Team Atl. Marche) a quota 1.96 aggiunge un altro centimetro al suo primato. Bel passo avanti di Massimo Ciferri (Sport Atl. Fermo) che spedisce il disco juniores a 45.75, invece nei 110 ostacoli debutta Sebastiano Compagnucci (Atl. Avis Macerata) in 15”65 e nei 10.000 di marcia si impone la promessa Alessandro Tanoni (Cus Macerata) con 48’32”72.

Tra le donne nell’alto la campionessa italiana under 20 indoor Laura Giannelli (Asa Ascoli Piceno) coglie il primato stagionale all’aperto con 1.74 mentre nel triplo 11.74 della junior sangiorgese Francesca Cuccù (Team Atl. Marche). Il gruppo lanci dell’Atletica Fabriano si mette in luce anche nel martello con il nuovo miglioramento di Vesna Braconi a 43.72. Sul rettilineo l’osimana Valentina Natalucci (Tam) si prende il titolo nei 100 in 12”43 davanti alla junior Sofia Stollavagli (Atl. Avis Macerata, 12”45) ma nei 200 viene preceduta dalla 19enne Klaudia Brillarelli (Sport Atl. Fermo) che corre in 25”59. Conquistano due successi l’osimana Greta Luchetti (Tam) con altrettanti record personali riscritti nettamente, 57”98 nei 400 piani e 1’04”42 sui 400 ostacoli, e la fanese Eva Luna Falcioni (Sef Stamura Ancona) che firma la doppietta 800-1500 nel mezzofondo. Sulle distanze più lunghe vittorie di Camilla Gatti (Atl. Fabriano), 18’22”54 nei 5000 metri, e di Anastasia Giulioni (Cus Macerata) con 25’47”34 sui 5000 di marcia.

RISULTATI: https://www.fidal.it/risultati/2022/REG28498/Index.htm






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2022 alle 17:26 sul giornale del 26 maggio 2022 - 155 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c89H