Sostegno al teatro amatoriale, un bando in scadenza il 20 giugno

teatro generico 2' di lettura 24/05/2022 - Incentivare l’occupazione di spazi di spettacolo e l’utilizzo dei numerosi piccoli teatri e supportare interventi a favore di progetti presentati dalle reti del teatro amatoriale. Sono questi gli obiettivi che si propone il bando  “Sostegno alle attività del teatro amatoriale come funzione di utilizzo dei piccoli teatri” recentemente uscito e che scade il 20 giugno prossimo.

“Siamo consapevoli – spiega l’assessore regionale alla Cultura, Giorgia Latini - che l’attività di spettacolo dal vivo nelle Marche è caratterizzata da una miriade di attività minori condotte da artisti e piccole compagnie. Particolarmente diffuso è, infatti, il teatro amatoriale, che riveste un ruolo fondamentale sia per l’occupazione di spazi di spettacolo sia per l'utilizzo dei numerosi piccoli teatri presenti nella nostra regione. Il teatro - prosegue l'assessore Latini - assolve una funzione socio-culturale e ha anche uno scopo educativo, che la nostra regione interpreta da sempre, forte anche della diffusone, caso più unico che raro, del numero dei teatri storici. Si tratta di una prima tranche di contributi – aggiunge Giorgia Latini – per ora di 40 mila euro, ma contiamo di integrarla quanto prima con altre risorse. Stiamo investendo molto in questo settore, consapevoli che si tratta di un elemento identitario molto forte. Questo intervento si aggiunge alla strategia che la Regione sta portando avanti in maniera coordinata su più fronti.”

Il bando è articolato su due linee di intervento: una riservata a progetti presentati dalle reti del teatro amatoriale (rappresentate da associazioni regionali che aggregano compagnie amatoriali e da associazioni minori del territorio che, a loro volta, aderiscono ad organismi nazionali di settore (FITA, UILT, GAT). Un’altra, rivolta ai progetti di Festival nazionali, realizzati da associazioni di teatro amatoriale all’interno del territorio regionale come indicato dal Piano triennale della cultura. I soggetti beneficiari per questa particolare misura sono FITA Marche (Federazione Italiana Teatro Amatoriale), UILT Marche (Unione Italiana Libero Teatro), GAT Marche (Gruppo Attività Teatrali) e l’Associazione amici della Prosa”.

Della disponibilità finanziaria per ora di 40 mila euro le quote sono state divise in maniera paritaria: 20 mila euro per ciascuna delle due misure.

La richiesta di contributo va presentata al Settore Beni e Attività Culturali, via Gentile da Fabriano n. 9, 60125 Ancona, esclusivamente a mezzo di Posta Elettronica Certificata (regione.marche.funzionebac@emarche.it) entro il 20 giugno . Ulteriori informazioni al link https://www.regione.marche.it/RicercaBandi/id_32790/5714






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2022 alle 16:29 sul giornale del 25 maggio 2022 - 163 letture

In questo articolo si parla di regione marche, spettacoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c8Vg