Giornata contro l’omolesbotransfobia, Ruggeri (M5S): "Stop discriminazioni, dai giovani una grande speranza"

Marta Ruggeri 1' di lettura 17/05/2022 - Il pensiero retrogrado, di cui si è fatta da ultimo portavoce l'assessora Giorgia Latini, è un freno all’evolvere di una moderna società verso la convivenza sempre migliore fra le diverse persone che la compongono. Come madre e come insegnante, sono contenta che oggi la scuola colga l’occasione della Giornata contro l’omolesbotransfobia per riflettere su una fra le più odiose forme della discriminazione e per sensibilizzare i giovani a valori democratici quali il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali.

La scuola è un luogo che spinge ad analizzare il presente, per esempio la società composta già ora da diversi tipi di famiglia, anche se l’assessora Latini sembra non accorgersene, e a guardare verso il futuro senza pregiudizio. Sono proprio i giovani, e in questo aspetto trovo ragioni di grande ottimismo, che per primi si indignano di fronte alle discriminazioni e che sono pronti a lottare in modo civile per superare quelle incrostazioni anti storiche dalle quali invece certa politica proprio non vuole liberarsi.

Conoscenza e libero pensiero sono dunque un argine potente contro l’intolleranza e le forme più estreme, pericolose, con cui si manifesta l’odio sociale: soprusi che arrivano a condizionare in modo pesantissimo la vita delle vittime, se non a spingersi fino all’aggressione fisica. Questo è il senso della ricorrenza del 17 maggio e non è affatto tollerabile che chi si ritrova a detenere la delega alle pari opportunità lo ignori e anzi colga la palla al balzo per diffondere fake news e teorie complottiste sulla pelle di chi viene discriminato per il solo fatto di amare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-05-2022 alle 12:11 sul giornale del 18 maggio 2022 - 132 letture

In questo articolo si parla di politica, Movimento 5 Stelle, M5S, marta ruggeri, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c7Pe