Pesaro: Il bancomat si mangia la carta, turisti svizzeri con neonato rifiutati dall'hotel

accoglienza turistica 2' di lettura 11/05/2022 - Sono state ore concitate quelle trascorse da una coppia di turisti svizzeri. Causa un malfunzionamento del bancomat hanno rischiato di dormire in auto con il figlio di appena 4 mesi.

Il fatto è accaduto ieri, martedì 10 maggio. La coppia, proveniente dalla Svizzera Tedesca, è giunta a Pesaro intorno alle 21.00 dopo un viaggio di 11 ore.

Prima di fermarsi in hotel la coppia si è recata all'ufficio postale di Via Mastrogiorgio per prelevare contante ma, prima di inserire il pin, il bancomat ha avuto un malfunzionamento e si é trattenuto la carta.

“Io, mia moglie e mio figlio, un neonato di 4 mesi eravamo con poche monete in città e non potevano pagare al Check-In - commenta l'uomo - Ho chiamato anche i carabinieri che non mi hanno potuto aiutare per recuperare il mio bancomat e il numero verde della posta dopo le 20.00 é fuori servizio”.

A quel punto il cittadino svizzero ha contattato l'hotel spiegando la situazione: “ho pregato di darci la stanza per la notte perché avevano un neonato e che avremmo pagato la mattina seguente al check-out, mia moglie con mio figlio avrebbero fatto da garante restando in hotel ed io mi sarei recato alla posta per risolvere il problema, mal che vada avrei cambiato dei Franchi Svizzeri in Euro per pagare la stanza. A qualsiasi mia richiesta mi hanno chiuso la porta in faccia dicendomi che loro vengono sempre truffati e non possono lavorare gratis”.

Fortunatamente il turista ha trovato una nuova sistemazione all'Hotel Metropol: “sono stati comprensivi, gentili, disponibili e accoglienti e mi hanno fatto sentire come a casa. L'accoglienza, anche se solo telefonicamente, dell'altro hotel é stata orribile e senza cuore perché un neonato di 4 mesi dovrebbe sciogliere anche i cuori più freddi”, conclude il turista.






Questo è un articolo pubblicato il 11-05-2022 alle 14:59 sul giornale del 12 maggio 2022 - 1241 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, pesaro, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c6OE





logoEV
logoEV