Vitri:“Dopo la chiusura delle postazioni di guardia, ora i consiglieri di destra intervengono solo per campanilismo”

micaela vitri 2' di lettura 05/04/2022 - “Prosegue anche con la chiusura delle postazioni di guardia medica – dichiara la Consigliera regionale Micaela Vitri – l’atteggiamento campanilistico, a compartimenti stagni, dei consiglieri di destra in Consiglio regionale, che non punta a risolvere il problema ma solo a strumentalizzarlo per inutili battaglie politiche.”

“Dall’ottobre scorso, nell’indifferenza della Giunta Acquaroli, – prosegue Vitri – ho denunciato la chiusura del servizio di guarda medica che è iniziata a Vallefoglia e Gabicce-Gradara per poi continuare come una catena a Pesaro, Cagli (turni ridotti), Mondavio, Mondolfo e Fano (con servizi garantiti solo nel fine settimana) differentemente dal Consigliere Serfilippi che interviene solo ora e per solo due postazioni”

“Da mesi dichiaro instancabilmente – aggiunge Vitri - che per riaprire la guardia medica occorre intervenire su due fronti: con contratti allineati alle altre Regioni (essendo inaccettabile che un medico di continuità assistenziale riceva 23 euro lordi all’ora per il proprio lavoro) e con l’eliminazione delle incompatibilità che non consentono ai medici di accettare l’incarico.”

“Oggi l’Assessore ha comunicato che è stato raggiunto un accordo importante in cui i medici che vanno a prestare servizio nelle postazioni attigue a quelle in cui si registrano le carenze saranno remunerati da 23 euro lordi a 40 euro all’ora – precisa Vitri – e questo rappresenta un risultato del gruppo PD e del mio impegno nel denunciare le carenze, l’indifferenza della Regione e il dovere di riconoscere dignità ai medici della continuità assistenziale. Aggiungo che il compenso di 40 euro deve essere per tutte le guardie mediche e non solo per alcune postazioni.”

“Alla prova dei fatti – conclude Vitri – la Giunta Acquaroli fa i conti con la propria inadeguatezza supportata dai Consiglieri di destra che invece di recuperare la mancanza di una visione territoriale della sanità non sanno fare altro che scaricare le proprie incapacità sul Governo nazionale e sulle amministrazioni precedenti. Ad oltre un anno e mezzo chi oggi governa la Regione deve imparare ad assumersi le responsabilità evitando di nascondersi”.


da Micaela Vitri
Consigliera Regionale PD





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2022 alle 15:45 sul giornale del 06 aprile 2022 - 155 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, pesaro, pd, consiglio regionale, comunicato stampa, Micaela Vitri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cXNo