counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
comunicato stampa

La chirurgia è sempre meno invasiva grazie al Robot da Vinci Xi

2' di lettura
211

ospedale torrette

Dal 2016, la Clinica di Chirurgia Epatobiliare, Pancreatica e dei Trapianti degli Ospedali Riuniti di Ancona registra un progressivo aumento degli interventi su fegato e pancreas condotti per via mininvasiva laparoscopica; un approccio, quello mininvasivo, ormai sistematico

“È l’ennesima eccellenza dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, quella della Clinica di Chirurgia Epatobiliare, Pancreatica e dei Trapianti”. Sono le parole con le quali il Direttore Generale dell’AOR Michele Caporossi introduce la presentazione della Clinica, senza nascondere orgoglio e soddisfazione. Tecnologie, ricerca e capacità di collaborazione riescono a portare vantaggi concreti per la comunità”, afferma il Prof. Gian Luca Gregori Rettore dell’Università Politecnica delle Marche. “Una struttura di riferimento nella Regione Marche per il trattamento super specialistico delle malattie chirurgiche di fegato, vie biliari e pancreas” commenta, con un senso di gratificazione che deriva dalla fatica e dall’impegno di chi svolge un lavoro straordinario e prezioso, il Prof. Marco Vivarelli Direttore della Clinica stessa.

Dal 2016, la Clinica di Chirurgia Epatobiliare, Pancreatica e dei Trapianti registra un progressivo aumento degli interventi su fegato e pancreas condotti per via mininvasiva laparoscopica; un approccio, quello mininvasivo, ormai sistematico. Le resezioni epatiche mininvasive nel periodo 2016-2021 sono state 402. Le resezioni pancreatiche nello stesso periodo 224; mentre quelle pancreatiche mininvasive, nel periodo 2019-2021, sono state 51. Questa importante attività ha inserito quella di Chirurgia epatobiliare, pancreatica e dei Trapianti di Ancona, fra le Cliniche principali annoverate nei registri italiani (IGoMils e IGoMips) ed internazionali di chirurgia mininvasiva epatica e pancreatica.

l Prof. Marco Vivarelli e la sua squadra presenteranno anche l'avvio di un innovativo programma robotico, attraverso l’impiego del sistema Da Vinci Xi. La chirurgia robotica epatobiliare e pancreatica, a differenza di altre discipline, è ancora in una fase iniziale di utilizzo; anche se, in ogni caso, negli ultimi due anni vive un momento di forte espansione. L’Azienda Ospedaliera di Ancona e la sua Clinica di Chirurgia Epatobiliare, Pancreatica e dei Trapianti ritengono fondamentale lo sviluppo di questo tipo di chirurgia, con l’obiettivo di ritagliarsi un ruolo di riferimento anche nel panorama nazionale.



ospedale torrette

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-03-2022 alle 18:37 sul giornale del 23 marzo 2022 - 211 letture