counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Covid, dipendente senza mascherina e areazione insufficiente: locale chiuso e multa salata

1' di lettura
825

bar ristorante covid

Un dipendente stava lavorando senza indossare la mascherina. In più, non è stata rilevata la necessaria cartellonistica informativa che indichi il numero massimo di accessi consentiti, i lavoratori non erano stati adeguatamente informati in merito alle misure anti-contagio e – oltre tutto – l’impianto di areazione è risultato carente e inadatto a garantire il necessario ricircolo dell’aria.

È per tutte queste ragioni che, nella notte tra sabato e domenica, i carabinieri di Fano hanno disposto la chiusura per cinque giorni di un locale che somministra cibi e bevande e che è molto frequentato dai giovani nel fine settimana. Il titolare dovrà pagare 6.500 euro di multa.

Il blitz dei militari si è svolto in sinergia con il nucleo ispettorato del lavoro di Pesaro e il nucleo antisofisticazione e sanità di Ancona, con la collaborazione del personale dell’Asur Area Vasta 1 di Pesaro. Il sopralluogo ha fatto dunque emergere tutte le criticità di cui sopra, che in estrema sintesi hanno dimostrato il mancato rispetto delle misure anti-Covid, di quelle igienico-sanitarie e la non conformità dei luoghi di lavoro ai requisiti di sicurezza. Da qui la chiusura temporanea e la sanzione comminata al titolare.



bar ristorante covid

Questo è un articolo pubblicato il 21-03-2022 alle 15:18 sul giornale del 22 marzo 2022 - 825 letture