counter

Ancona: Lavori in piazza Cavour. Emergono i resti dell’Antica Porta Cavour

2' di lettura 16/03/2022 - Con i lavori di rifacimento del viale di ingresso a Piazza Cavour sono emersi i basamenti degli archi di Porta Cavour. L’ingresso alla città era stato costruito a fine ‘800 per essere abbattuto negli anni ‘20

L’Antica Porta Cavour si erigeva tra Piazza Cavour e l’attuale Largo XXIV Maggio. Al contrario del nome con cui la ricordano gli anconetani la Porta non era poi così antica. Costruita a sul finire del 1800, comunque post unità d’Italia e post Piazza Cavour dalla quale prende il nome, la porta fu abbattuta negli anni 20 del XX secolo. Il suo scopo non era difensivo, ma rappresentava l’entrata in città e il così detto “Dazio consumo” di Ancona.

Con l’apertura del cantiere si immaginava un possibile ritrovamento della struttura della Porta, piuttosto imponente, che fu abbattuta per fare spazio alle nuove strutture del municipio e delle Poste e raccordarle alla vicina piazza. Il materiale costruttivo della porta però non se ne è mai veramente andato però. Infatti archeologi e tecnici comunali, che stanno seguendo il cantiere sotto la supervisione della funzionaria della Soprintendenza, l’archeologa Maria Raffaella Ciuccarelli, spiegano come il materiale della porta demolita fosse stato riportato per livellare la zona, andando ad “addolcire” il dislivello presente tra largo XXIV maggio e Piazza Cavour.

Ad emergere dagli scavi effettuati negli scorsi giorni nell’opera di restyling dell’accesso alla piazza i pilastri dei due archi di entrata che componevano la Porta. La struttura finora emersa sarebbe a metà dell’altezza dell’antica struttura. Si sapeva della presenza della struttura, già attestata durante un intervento degli anni ’70 quindi tecnici e archeologi non sono stati presi alla sprovvista. Ora che la struttura è venuta alla luce sarà compito della Soprintendenza decidere come procede e se e come valorizzare il manufatto.

Nel frattempo i lavori non si sono mai fermati, la vastità del cantiere infatti permette di continuare a realizzare l’opera in un’area sgombra da ritrovamenti, mentre gli archeologi procedono alle valutazioni di rito.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it







Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2022 alle 21:20 sul giornale del 17 marzo 2022 - 238 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, articolo, Filippo Alfieri, antica porta cavour, scavi archeologici ancona, archeolgia ancona, porta cavour ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cSEt





qrcode