counter

Ciccioli (FDI): “Futuro a grave rischio, investimenti azzerati. Saremo sempre al fianco dei nostri imprenditori balneari”

2' di lettura 14/03/2022 - “Futuro a rischio, investimenti azzerati con l’esproprio messo in atto dal Governo Draghi sulle concessioni demaniali che di fatto condannano il comparto balneare, circa 30mila imprese a conduzione familiare, nella stragrande maggioranza dei casi, e che avrà durissime conseguenze economiche e sociali anche nelle Marche. Continueremo la nostra battaglia in Parlamento, sperando nella convergenza, al momento solo promessa, da alcuni settori di altre forze politiche”.

Questo il commento del capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale, Carlo Ciccioli, che ha partecipato questa mattina alla manifestazione nel piazzale Emanuele Loi organizzata dall’Itb Italia e da Abat di Civitanova Marche con il Comitato nazionale Salvataggio Imprese Turismo. “Giustamente si protesta da settimane perché il Governo ascolti le giuste rivendicazioni di queste imprese che, dall’oggi al domani, si vedranno sottratti gli sforzi compiuti per anni per rivalutare le nostre coste e fornire un servizio professionale, frutto di investimenti e formazione di intere generazioni. Con la messa all’asta delle concessioni dal primo gennaio del 2024 si certifica il fallimento della politica italiana di questi ultimi anni.

Ci sono nazioni come Portogallo, Spagna e Croazia che hanno rinnovato le concessioni per qualche decennio senza che l'Unione europea intervenisse. Dove è la condizione di parità con gli altri Stati, se noi siamo costretti a subire le aste? Allora il Governo non l'ha voluto fare per una scelta politica e noi la contestiamo. Stiamo ammazzando un altro pezzo di economia per favorire le grandi concentrazioni economiche, come ha ribadito Giorgia Meloni. Nelle Marche sono ben oltre 550 le imprese balneari attive che danno lavoro a più di 2.800 addetti, con migliaia di altri posti di lavoro nell’indotto.

Le nostre belle coste sono molto appetibili e l’ingresso di multinazionali comporterà un forte aumento della disoccupazione locale e, nel contempo, a un abbassamento della qualità dei servizi offerti. Siamo interdetti e rammaricati verso chi, fino a qualche settimana fa, si è sempre fieramente sostenuto contrario alla direttiva Bolkestein, ma poi alla prova dei fatti ci ha lasciati soli a portare avanti questa lotta, sostenendo i nostri imprenditori.

Anche in questo caso – conclude Ciccioli – ci siamo mostrati, per l’appunto con i fatti, l’unica forza politica coerente che proverà, in tutti i modi, a modificare questa situazione come migliaia di marchigiani e italiani si aspettano. A testimonianza di ciò, i ringraziamenti degli organizzatori della manifestazione odierna al Presidente Francesco Acquaroli per aver schierato le Marche, come Regione capofila, in questa sacrosanta vertenza”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2022 alle 13:01 sul giornale del 15 marzo 2022 - 124 letture

In questo articolo si parla di politica, fratelli d'italia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cRYV





logoEV
logoEV
qrcode