counter

Montemarciano: vandali ancora in azione, distrutta da una sassaiola la vetrata della palestra Marotti

2' di lettura 20/02/2022 - Vandali ancora in azione, nel mirino è finita la palestra di via Marotti di proprietà comunale in uso anche anche a molte società sportive locale, tra cui l'UPR Montemarciano.

Venerdì sera sono stati lanciati dei grossi sassi contro una delle vetrate che è stata distrutta e vari cassonetti sono stati presi a calci. L'episodio potrebbe rientrare nel raid compiuto da una baby gang che sempre venerdì sera, intorno alle 23, ha creato scompiglio proprio nella zona dove si trova la palestra. Un residente è riuscito a filmare un gruppo di sette ragazzini che ha divelto vari cassonetti dei rifiuti e ha suonato i campanelli di alcune abitazioni, poi scappando.

Il video è stato acquisito dai Carabinieri che indagano sia sui danneggiamenti alla palestra che sui cassonetti. Purtroppo non è la prima volta che le strutture sportive cittadine vengono prese di mira dai vandali. Nell'ottobre del 2020 un vero e proprio raid vandalico (i cui autori poi sono risultati essere una banda di ragazzini del posto) aveva completamente distrutto il parquet del PalaMenotti, che era stata anche allagato, tanto da renderla inagibile. Il Comune era poi intervenuto ristrutturando il palasport.

Ora un nuovo attacco vandalico che ha fatto infuriare le associazioni sportive che utilizzano la palestra proprio per consentire ai giovani di fare sport. "Questo è ciò che accade a Montemarciano alle ore 23:00 di sera quando in giro per il nostro paese non c'è nessuno o quasi. Una escalation di atti vandalici, di danneggiamento alla cosa pubblica senza eguali.. Si inizia così, prima le abitazioni abbandonate, poi gli edifici pubblici, molto presto le abitazioni private.. Il tutto è diventato inaccettabile -chiosa Samuele Simoncioni dell'Upr Montemarciano- E' un problema sociale assai grave. Non si tratta più di semplici bravate. Un problema sociale grande, centri giovanili chiusi, il lookdown dovuto al Covid, le famiglie allo sbando, la totale assenza della certezza della pena quando si è "beccati sul fatto", l'assenza di controlli da parte di chi è tenuto a farlo ha portato a ciò. Oggi ci sono le baby gang e tutto ciò non accade a lontano da noi ma sotto casa nostra. Sono deluso, amareggiato e arrabbiatissimo perché il degrado in cui stiamo finendo. Ai colpevoli dico solo una parola: vergognantevi!".








Questo è un articolo pubblicato il 20-02-2022 alle 18:24 sul giornale del 21 febbraio 2022 - 255 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, montemarciano, giulia mancinelli, vandali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cMWl





logoEV
logoEV
qrcode