counter

Oltre le terapie tradizionali, al via un progetto pilota per divulgare l’oncologia integrata nelle Marche

3' di lettura 11/02/2022 - InTEgrato, un progetto pilota per divulgare l’oncologia integrata nelle Marche attraverso un allestimento scenico, un video e un laboratorio esperienziale tra scienza e arte rivolto a operatori e volontari

Grazie a un bando regionale, le associazioni anconetane CDC - Collettivo Delirio Creativo APS e Arci Hexperimenta APS sono state finanziate per un progetto di divulgazione della Medicina Integrata e di promozione della comunicazione attiva tra operatori sanitari e destinatari delle cure oncologiche. Ma cos’è la terapia oncologica integrata? Si tratta dell’applicazione di differenti metodiche di trattamento, combinate tra loro per migliorare lo stato psicofisico e la qualità della vita del paziente, nonché le probabilità di risposte positive alle cure. In base ai risultati ottenuti e verificati, l’Organizzazione Mondiale della Sanità promuove da quasi un decennio l’adozione di Medicine tradizionali e non convenzionali in oncologia. Oggi, molte strutture sanitarie nel mondo sostituiscono il protocollo generico con un approccio integrato, che facilita la comprensione multidimensionale della persona, dei suoi aspetti psichici e fisici, delle abitudini di vita, dei suoi sistemi di credenze, del suo immaginario.

La nostra regione ha recepito l'accordo Stato-Regioni sull'esercizio delle medicine non convenzionali. Ma nell’intero Paese, oltre il 70% dei tanti pazienti oncologici che ricorrono a cure complementari per combattere gli effetti collaterali delle terapie tradizionali preferiscono non parlarne con il proprio medico, rischiando così di scegliere rimedi totalmente privi di basi scientifiche. Proprio nel gap culturale di pazienti e caregiver si incunea il progetto inTEgrato che, a partire da Ancona, vuole dare il proprio contributo alla circolazione di informazioni sulle cure integrate e sulle misure di sostegno che la sanità marchigiana può fornire ai malati oncologici.

Il progetto ruota attorno a un laboratorio di gruppo rivolto a volontari e operatori specializzati nel trattamento delle neoplasie, condotto per il CDC-Collettivo Delirio Creativo dalle performer Fabiana Baldinelli e Alessia Racci Chini e dalla psicologa Maria Elia, mentre per l’associazione Arci Hexperimenta APS dalla danzatrice Stefania Zepponi. Il laboratorio esperienziale incentrato su Psiche, Corpo e Pensiero creativo restituisce ai partecipanti la consapevolezza del valore di un approccio integrato al tema neoplastico attraverso i linguaggi multidisciplinari tipici del mondo dell’arte, a partire da un proprio vissuto ad esso correlato, per sperimentare un possibile percorso di trattamento complementare. Il tema della Medicina Integrata è esso stesso oggetto del percorso grazie alla partecipazione ai laboratori dei referenti scientifici del progetto, il dott. Michele Gardarelli e la dott.ssa Edy Virgili.

Ai numerosi appuntamenti esperienziali avrebbero dovuto prendere parte pazienti oncologici e accompagnatori, ma, trattandosi di soggetti deboli, la pandemia in corso lo ha impedito. Il materiale raccolto durante le fasi del laboratorio sarà restituito al pubblico il prossimo 22 febbraio come allestimento scenico al Teatrino del Piano. Successivamente sarà pubblicato sul sito di progetto (www.integrato.io) il video reportage dell'intero percorso. Entrambe le produzioni, oltre a testimoniare il lavoro svolto, rappresenteranno altrettanti strumenti di divulgazione dell’approccio integrato al trattamento del paziente oncologico presso un pubblico che può a sua volta contribuire al passaparola su un argomento sempre molto privato.

Nella realizzazione del progetto, le associazioni capofila sono affiancate, oltre che dal comitato scientifico, da una serie di partner qualificati come gli Amici dello IOM Ancona, ARTIS Associazione per la ricerca sulla terapia infermieristica e di supporto, ANVOLT Associazione nazionale volontari per la lotta contro i tumori, ANDOS Associazione Nazionale Donne Operate al Seno Ancona, Baule dei sogni Associazione impegnata nella divulgazione di attività socio-sanitarie e scoperte scientifiche con particolare riguardo verso il paziente pediatrico e la clownterapia.


Da CDC - Collettivo Delirio Creativo APS e Arci Hexperimenta APS





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2022 alle 12:34 sul giornale del 12 febbraio 2022 - 165 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cK9B





qrcode