counter

Fano: Calcio, Russo fa dietrofront: si tiene l’Alma anche dopo gli insulti, ma confida nell’arrivo di nuovi investitori

1' di lettura 09/02/2022 - Gli insulti scritti sui muri e sul cancello dello stadio gli avevano fatto saltare la mosca al naso. E dopo gli epiteti subiti anche nei mesi scorsi aveva deciso di mollare. O così aveva detto attraverso un lungo sfogo pubblicato sulla pagina Facebook della società. Mercoledì pomeriggio il dietrofront: resta lui – Mario Russo – il presidente dell’Alma Juventus Fano.

Lo ha confermato attraverso una conferenza stampa trasmessa anche sui social durante la quale ha fatto retromarcia, complici le immediate reazioni delle tifoserie organizzate, che si sono subito dissociate da quanto accaduto. Non ci sarebbero loro, dunque, dietro quei ‘Terrone vattene’ – Russo ha origini campane - e gli altri improperi scritti pure sulla strada di fronte all’ingresso posteriore dello stadio Mancini di Fano.

Tre giorni dopo, a mente fredda, ha annunciato che non se ne andrà. C’è la voglia di credere che dietro certi atti vandalici ci sia una persona estranea agli ambienti delle tifoserie, probabilmente esasperate dai risultati ottenuti sul campo, ma comunque lontane da certe reazioni estreme e poco dignitose.

Russo ha inoltre annunciato la creazione di un collegio esecutivo che farà le sue veci sul territorio, così da poter essere più ‘vicino’ – seppur per interposta persona – sia alla società e alla città stessa. Infine un invito a non essere lasciato solo: c’era anche questo nel suo sfogo di domenica. Tanti gli investimenti fatti da Russo in questa manciata di mesi. Finora tutti di tasca sua.








Questo è un articolo pubblicato il 09-02-2022 alle 09:20 sul giornale del 09 febbraio 2022 - 172 letture

In questo articolo si parla di fano, sport, calcio, vandali, articolo, alma juventus fano 1906, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cKyQ





logoEV
logoEV