counter

Fano: Il Pd vuole cambiare il vicesindaco. Deleghe, Aset e cambio di passo: le richieste dei dem al sindaco Seri

3' di lettura 02/02/2022 - Il Segretario e la Capogruppo del PD fanese puntualizzano e ribadiscono con forza quanto dichiarato ieri sulla stampa: “la nomina di una delegazione del PD è perfettamente in linea con le regole della democrazia e il partito si è semplicemente organizzato, individuando attraverso il Direttivo una propria rappresentanza, perfettamente legittimata attraverso il voto, con il mandato di presentare al Sindaco le istanze espresse dallo stesso organismo”.

“Confermiamo che ci troviamo d’accordo con il Sindaco che, sia in sede di confronto in maggioranza sia con dichiarazioni alla stampa, oltreché in un colloquio che abbiamo avuto con lui, - ricorda la Capogruppo Giacomoni - ha manifestato chiaramente prima di ogni altro la volontà di cambiare passo rilanciando l’azione amministrativa e per questo modificare alcune deleghe di Giunta, a partire dalla Cultura.”

“E’ proprio esprimendo appoggio al Sindaco e per farsi trovare pronti, in un ottica di condivisione delle scelte - precisa il Segretario Della Dora - che il partito ha ritenuto indispensabile costituire una delegazione per portare al tavolo di confronto col sindaco le istanze e le priorità del PD per la città che vengono prima delle pur legittime ambizioni personali.”

“Occorre inoltre precisare – aggiungono entrambi - che è necessario, per il bene della coalizione, che il PD sia guidato in Giunta da un Vicesindaco che abbia anche il mandato democratico dei tanti iscritti che hanno animato il proprio congresso per un patto di fine legislatura” e ancora insieme “Su ASET il PD di Fano resta fedele, a differenza di altri, agli accordi di coalizione, consacrati dal voto popolare del 2014 e del 2019, che finora nessuno ha voluto modificare con un dibattito trasparente.”

“Non mi risulta che quando, alcune settimane fa, una lista civica vicina al Sindaco ha chiesto l’avvio di una discussione sulla giunta con la sostituzione dell’assessore Tonelli – ricorda la Capogruppo - ci sia stato qualcuno che abbia letto questo fatto come pregiudizievole per il ruolo di guida e di garanzia del Sindaco.”

“Iniziative personali di individui o gruppi che mirano a delegittimare il metodo democratico cui si ispira il PD all’interno della coalizione favoriscono l’anarchia -continua Agnese Giacomoni - è proprio nell’anarchia che al governo della complessità si sostituisce il comando dell’impotenza.”

“Pertanto pieno appoggio a questa amministrazione e alla coalizione di centrosinistra che la sostiene – conclude il Segretario Della Dora - con l’auspicio che i nuovi organismi emersi dal congresso possano esprimersi ed operare difendendo il mandato degli elettori del 2019. Dall’11 dicembre 2021 il PD fanese si esprime con una voce univoca legittimata dal voto congressuale e siamo sicuri che il Sindaco rispetterà il principio democratico lavorando alacremente per unire ed allargare la coalizione di centrosinistra, a partire dal Movimento 5 Stelle, nel rispetto delle differenze e dei gruppi politici che lo compongono.”


Il Segretario PD Fano Tommaso Della Dora

La Capogruppo Agnese Giacomoni





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2022 alle 22:25 sul giornale del 03 febbraio 2022 - 210 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Pd Fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cJfJ





logoEV
logoEV
qrcode