Volpini: "Dal Pnrr fondi per la sanità territoriale: il sindaco Olivetti coinvolga gli operatori per presentare un progetto"

2' di lettura 25/01/2022 - “Un incontro con gli operatori che si occupano della sanità del territorio per redigere un progetto da presentare alla Regione in vista dei finanziamenti dedicati dal PNRR”. E' la proposta che l'ex presidente della Commissione Regionale Sanità e attuale coordinatore USCA dott. Fabrizio Volpini rivolge al sindaco di Senigallia Massimo Olivetti, in qualità anche di Presidente dell'Unione dei Comuni “Terre di Marca Senone”.

“E' vero che la sanità è materia di competenza regionale, ma visto che il PNRR prevede risorse per realizzare progetti di medicina del territorio, sarebbe quanto mai necessario che venissero ascoltati gli attori che si trovano quotidianamente a lavorare sul territorio -spiega Volpini- in questo senso il sindaco di Senigallia, in qualità anche di Presidente dell'Unione dei Comuni (che coincide poi con i comuni dell'Ambito Sociale 8) dovrebbe farsi interprete di una azione di coinvolgimento delle figure sanitarie del territorio per interloquire con la Regione con una proposta mirata per intercettare i fondi del PNRR. Sono loro una preziosa e fondamentale risorsa per capire le necessità del territorio”.

Un ascolto preventivo che dovrebbe coinvolgere il direttore del Distretto Sanitario, il Coordinatore dell'Ambito Sociale Territoriale, i medici Usca, il medici di medicina generale, gli infermieri ADI e i rappresentanti della residenzialità. “Queste figure dovrebbero essere i protagonisti di un progetto in grado di intercettare i fondi del PNRR che ha importanti ricadute sul territorio -prosegue Volpini- non c'è solo il problema della gestione della pandemia ma anche, ad esempio, quello delle cronicità. Il PNRR parla della costituzione di COT, centri operativi territoriali ogni cento mila abitanti (dunque uno e mezzo per il territorio senigalliese), che si occupino della valutazione, presa in carico ma anche delle dimissioni protette per gli assistiti con fragilità e occorre capire come realizzare questi organismi. Si citano poi gli ospedali di comunità, ecco, nel nostro territorio ci saranno, dove e con quali modalità? Per rispondere a queste e tante altre indicazioni che arrivano dal PNRR occorre che il territorio si presenti in Regione con un progetto chiaro, affinchè le risorse che verranno stanziate vengono impiegate in modo efficiente ed efficace per la sanità del territorio stesso. Insieme per non perdere questa opportunità”.






Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2022 alle 00:16 sul giornale del 26 gennaio 2022 - 145 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo, pnrr

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cHhG





logoEV
logoEV