counter

Pesaro: Pronto soccorso, medici e infermieri dalla parte di Gnudi: #iostocongnudi

iostocongnudi 2' di lettura 27/12/2021 - Il personale del Pronto soccorso di Pesaro dalla parte di Umberto Gnudi, dopo lo sfogo del primario e la successiva replica dell'azienda ospedaliera Marche Nord.

Una situazione inaccettabile, questo il concetto espresso da Gnudi in merito alle condizioni del Pronto soccorso di Pesaro. Una dichiarazione che ha trovato la reazione di Marche Nord pronta a dissociarsi dalle parole di Gnudi.

"La carenza di organico e la pressione sulle strutture di Pronto Soccorso è un problema che si sta verificando a livello nazionale, ma con questo – ribadiscono i Direttori di Marche Nord- non significa che i pazienti siano stati abbandonati, come riportato impropriamente su gli organi di stampa in questi giorni. Al contrario, con l’attenzione sempre alta rivolta alla situazione emergenziale ancora in corso, l’Azienda sta attuando tutte le misure per continuare a garantire tutta l’attività “pulita” e mantenere alti gli standard di qualità per l’assistenza e le cure delle patologie non Covid, affinchè a nessun paziente venga negata la necessaria assistenza".

Dalla parte di Gnudi sono scesi in campo i suoi colleghi, coloro che affrontano questa battaglia al suo fianco e che vivono ogni giorno le difficoltà del Pronto soccorso. Sono 43, tra medici e infermieri. Ecco la loro lettera:

"Nessuno ha mai messo in discussione la professionalità del personale dell’Azienda Ospedaliera Marche Nord, tuttavia, i medici e gli infermieri del Pronto Soccorso sottoscrivono quanto detto dal direttore Umberto Gnudi, per la tutela di tutti i pazienti, soprattutto dei più fragili. Non si tratta di polemiche inutili o strumentalizzazioni ma del diritto del paziente ad avere un posto letto per la giusta assistenza in tempi adeguati, non dopo giorni".

La proposta della Direzione di Marche Nord è quella di creare una “charging room” a continuità assistenziale garantita dall’area medica dove gli specialisti sono in grado di prendere in carico il paziente di propria competenza garantendogli, quando possibile, una dimissione precoce, con presa in carico ambulatoriale oppure un ricovero in tempi brevi.






Questo è un articolo pubblicato il 27-12-2021 alle 11:44 sul giornale del 28 dicembre 2021 - 854 letture

In questo articolo si parla di attualità, pronto soccorso, redazione, pesaro, articolo e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cB3J





logoEV
logoEV
qrcode