counter

Pesaro: Aggredìto e malmenato al pub: arrestato tifoso della Vis

polizia ancona centro 2' di lettura 10/12/2021 - Il personale della Polizia di Stato ha dato corso a ordini di esecuzione di pena emessi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pesaro nei confronti di due trentenni pesaresi, associandoli alla locale Casa Circondariale.

Il primo soggetto è un'esponente di spicco della tifoseria organizzata della squadra di calcio della Vis Pesaro, già noto alle Forze dell’Ordine, condannato a cinque anni di reclusione per il reato di lesioni personali aggravate.

I fatti risalgono al maggio del 2013 quando un gruppo di ragazzi, tra cui l’arrestato, aveva aggredito e malmenato, utilizzando anche delle bottiglie rotte, un avventore di un pub fanese. Il malcapitato aveva riportato delle lesioni tanto gravi da dover essere sottoposto a un intervento chirurgico maxillo-facciale.

L’attività d’indagine condotta dalla Polizia di Stato ha permesso di identificare tutti gli autori del pestaggio e di denunciarli alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pesaro. Al termine dei vari gradi di giudizio, da ultimo quello tenutosi martedì 7 dicembre davanti alla Corte di Cassazione, è stato emesso un provvedimento di esecuzione della pena nei confronti del 30enne, nel frattempo condannato alla reclusione, alla quale si aggiungeva una seconda condanna definitiva a 8 mesi per reati inerenti gli stupefacenti.

La stessa sera, il personale della Squadra Mobile della Questura di Pesaro e Urbino, subito attivatosi, ha rintracciato l’uomo e dopo avergli notificato il provvedimento, lo ha accompagnato in carcere.

Il secondo personaggio, anch’egli già noto alle Forze dell’Ordine, veniva arrestato dalla Squadra Mobile della Questura di Pesaro e Urbino nel marzo del 2020 per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Lo stesso, infatti, era stato trovato in possesso di una decina di dosi di eroina. La perquisizione estesa alla sua abitazione aveva permesso di rinvenire tre “panette” di oppio, del peso complessivo di 250 grammi, quantitativo alquanto importante per la piazza pesarese.

Per tale motivo all’uomo veniva contestata la fattispecie più grave prevista dalla legge sugli stupefacenti. Successivamente condannato alla pena di anni 4 di reclusione, nel pomeriggio di ieri è stato rintracciato dai poliziotti e ristretto presso la Casa Circondariale.

Vuoi ricevere le notizie più importanti di Vivere Pesaro in tempo reale su WhatsApp o Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 371.4439462 alla tua rubrica ed inviaci un messaggio (es.: ok notizie).
Per Telegram vai su https://t.me/viverepesaro e clicca su "unisciti"






Questo è un articolo pubblicato il 10-12-2021 alle 15:03 sul giornale del 11 dicembre 2021 - 312 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, redazione, pesaro, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/czav





logoEV
logoEV
qrcode