counter

Fano: Tragedia di Corinaldo, il vescovo Trasarti tre anni dopo: "Poche parole, certe ferite non si sanano mai"

1' di lettura 08/12/2021 - Il Vescovo, nell'omelia della Santa Messa in cattedrale per le vittime di Corinaldo a tre anni dalla tragedia che sconvolse l'intero paese e non solo, ha ricordato l'intenso incontro delle famiglie che hanno perso i figli e una famiglia che ha perso la mamma con Papa Francesco, un incontro affettuoso e struggente allo stesso tempo.

"Le parole si interrompono di fronte alla morte dei ragazzi - ha sottolineato il Vescovo -, il linguaggio pubblico arrossisce davanti a tanta inaudita violenza per interesse o superficialità di gestione. Alla Chiesa è dato il compito di accompagnare nella sofferenza, accudire il dolore, consolare".

"Quando ero a Fermo ho avuto il ministero di accudire i genitori che avevano perso i figli e ho imparato molto da quelle storie. Poche parole, molti silenzi, sguardi e qualche telefonata. Quando una famiglia perde un figlio cambia la vita per tutta la vita, non si sana mai.

Seguono alcune foto.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-12-2021 alle 19:00 sul giornale del 09 dicembre 2021 - 135 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, fano, cagli, pergola, fossombrone, Diocesi di Fano, armando trasarti, vescovo, tragedia di corinaldo, comunicato stampa