Sinistra Italiana: la Giunta interessata al mantenimento della zona bianca per motivi d'interesse commerciale

Sinistra Italiana 3' di lettura 28/11/2021 - Sinistra Italiana prende ancora una volta posizione contro lo stravolgimento della difficile situazione sanitaria italiana causata dalla pandemia, ma anche contro ondivaghe e poco responsabili scelte del governo regionale.

Lo fa consapevole della sua difficoltà di raggiungere la popolazione; a prova di ciò si consideri che per la maggior parte della stampa ufficiale SI non appare come l'unica vera forza di opposizione al Governo Draghi, ruolo invece destinato a FdI, molto più legati all'estabilishment. Riteniamo che la pandemia da Covid 19 debba essere considerata parte della situazione complessiva della salute pubblica, e non ancora trattata con provvedimenti emergenziali. Appoggiamo di conseguenza le mobilitazioni dei sindacati confederali della sanità regionali perché sia garantito l'organico completo, non fermandosi solo al numero risultante dal piano occupazionale approvato con DGR 43/2021, ma basandosi sui dipendenti realmente in servizio.

Critichiamo l'atteggiamento della Giunta Regionale, la cui comunicazione favorisce la lettura della gestione della pandemia quasi più interessata al mantenimento della zona bianca per motivi gestionali e d'interesse commerciale, atteggiamento criticato sia dai sindacati dei dirigenti sanitari che da quelli confederali di tutti i lavoratori e lavoratrici. La zona gialla, in realtà, è alle porte: la stiamo evitando solo grazie all’annuncio in pompa magna dell’assessore regionale alla sanità Saltamartini, che ha disposto nuovi posti letto per le terapie intensive senza aver assegnato, per mancanza logistica, personale operativo.

La Giunta preferisce sparare a zero sul Green Pass, piuttosto che lanciare messaggi positivi che possano aiutare e rassicurare le persone ancora indecise o spaventate da un’eventuale prima dose di vaccino. Siamo difronte al totale fallimento del modello di Fratelli d’Italia, di Giorgia Meloni, di Francesco Acquaroli e delle destre in Regione. Nelle province la situazione non è migliore. Preoccupa la situazione del maceratese, dove i numeri segnalano una preoccupante diffusione del virus. La stessa gestione della vaccinazione di fronte alla quarta ondata, oltre ad avere evidenziato scarso coordinamento, sembra interessare chi vuole ricevere la terza dose ma non raggiungere il nocciolo duro degli over 60, che tutt'ora non hanno usufruito della prima dose.

L'atteggiamento chiamato No Vax non può essere addotto a scusante di una politica non rivolta al pieno funzionamento di tutta la sanità pubblica, vero bene comune assieme al diritto di lavorare e vivere in sicurezza. Non aiutano neanche le ultime dichiarazioni dell'assessora alla Cultura e Pubblica Istruzione Latini, che preferisce parlare di tampone ai vaccinati e di privacy e, al pari delle sue colleghe e dei suoi colleghi, fatica a prendere una posizione pubblica chiaramente a sostegno della vaccinazione. Paragonando i decessi e i ricoverati in terapia intensiva tra oggi ed esattamente un anno fa, risulta ovvia l’efficacia delle vaccinazioni per quanto riguarda le terapie intensive ed i decessi. Le persone vaccinate sono nettamente più al sicuro rispetto allo sviluppo di forme più gravi di sintomatologia rispetto alle non vaccinate.

È importante che le istituzioni siano vicine alla cittadinanza non alimentando il fuoco delle paure delle persone in relazione alle vaccinazioni, ma aiutandole verso una scelta consapevole che ponga in una situazione di sicurezza loro stesse e, di conseguenza, chi sta loro accanto. Questo è importante, ora più che mai, in vista della dose booster di richiamo per chi ha completato il ciclo di doppia dose da sei mesi e in ottica del super Green Pass, non fruibile con un tampone o un test anti-Covid, ma solo attraverso la vaccinazione. La salute è unica, garantita dagli articoli 2, 3 e 32 della Costituzione; le prime distanze da abbattere sono quelle di genere, fra abbienti e meno abbienti, e di informazione. Sinistra Italiana lo riafferma con forza.




Sinistra Italiana


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2021 alle 10:13 sul giornale del 29 novembre 2021 - 127 letture

In questo articolo si parla di politica, sinistra italiana, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cwUH





logoEV
logoEV