Lavoro Agile, UdC: "Sostenere in ogni modo permanenza e incremento della popolazione nei piccoli comuni dell’entroterra"

2' di lettura 24/11/2021 - Il Capogruppo UdC Popolari Marche Dino Latini ha presentato in Consiglio Regionale una mozione per “Favorire il lavoro agile nelle aree interne della regione”.

“Non possiamo non constatare – afferma il Consigliere Latini - il poderoso e negativo spopolamento delle aree interne a favore di quelle costiere o collinari della nostra regione non solo a seguito dei tragici avvenimenti sismici del 2016 ma anche per la progressiva concentrazione degli uffici pubblici e dei servizi privati nei comuni capoluogo di provincia e nelle principali città; la nostra volontà come democratici popolari è quella di sostenere in ogni modo la permanenza e l’incremento, se possibile, della popolazione nei piccoli e piccolissimi comuni dell’entroterra, in particolare la formazione di nuove famiglie residenti, e riteniamo che la positiva esperienza del lavoro da casa o lavoro agile fatto durante i periodi di chiusura totale o parziale della mobilità nell’emergenza Covid 19 possa favorire, almeno in parte, tale incremento.”

La mozione impegnerà la Giunta Regionale ad indirizzare al Governo Nazionale un’istanza formale affinché con iniziative di legge o provvedimenti regolamentari e amministrativi, attraverso i contratti collettivi nazionali di lavoro del pubblico impiego e del settore privato, si favorisca in ogni modo il lavoro agile e a distanza per mantenere integra o aumentare le popolazioni residenti nelle aree interne e montane.

“La mozione impegnerà la Giunta – conclude Latini – anche a a modificare e integrare le proprie disposizioni regolamentari e quelle delle aziende regionali per favorire il lavoro a distanza a beneficio dei residenti delle aree interne e montane e a concordare con l’ANCI regionale e l’UPI regionale medesimi provvedimenti.”

È interessante notare come recentemente anche la storica Settimana Sociale dei Cattolici Italiani svoltasi in ottobre a Taranto abbia sollevato questa problematica in termini di giustizia sociale a favore di chi risiede in zone marginali, interne o montane, e che sono naturalmente svantaggiati rispetto a coloro i quali risiedono nei grandi centri urbani.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2021 alle 17:11 sul giornale del 25 novembre 2021 - 129 letture

In questo articolo si parla di lavoro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cv6g





logoEV