Istruzione e formazione professionale, percorsi di qualifica professionale e formazione tecnica superiore: Aguzzi ha incontrato le organizzazioni sindacali

stefano aguzzi 2' di lettura 26/10/2021 - “Un’occasione proficua per iniziare un percorso insieme, considerando anche quanto previsto dal Pnrr e i fondi che arriveranno dalla nuova programmazione comunitaria”: è il commento dell’assessore al lavoro Stefano Aguzzi che ha incontrato martedì mattina le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil Marche.

Al centro del dibattito, le problematiche che coinvolgono l’istruzione e la formazione professionale, in particolar modo i percorsi di qualifica professionale e la formazione tecnica superiore.

“Dall’incontro è emersa la necessita di programmare nel lungo periodo l’azione della formazione professionale della Regione Marche, cercando di intercettare i fabbisogni formativi che emergono dal territorio condividendoli con le organizzazioni sindacali, datoriali e le imprese – ha detto Aguzzi - Particolare attenzione è stata posta ai percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP) con necessità di dare una prospettiva nel lungo periodo e anche dignità rispetto ai percorsi di istruzione, questo avvalendosi sia degli istituti professionali che delle agenzie formative accreditate”.

Lo sviluppo della filiera formativa verticale e la prospettiva di offrire opportunità formative ai NEET è stato l’altro tema di cui si è discusso. Particolare attenzione è stata posta all’apprendistato: “Buona l‘esperienza di combinare l’apprendistato di primo livello con la formazione tecnica superiore e ampia l’offerta formativa pubblica messa in campo sull’apprendistato professionalizzante” è stato il giudizio condiviso dai presenti.

Infine il potenziamento dei centri per l’impiego: maggiore dovrà essere il un raccordo tra questi e le imprese per dare una vera risposta all’incrocio domanda e offerta di lavoro.

Dalle parti è emersa la necessità di condividere le scelte anche in futuro, perché l’investimento nel sistema della conoscenza – è convinzione comune - deve essere centrale nelle politiche della Regione per porre basi solide per una crescita sostenibile, fondata sull’accrescimento continuo delle competenze, su qualità e innovazione dei sistemi produttivi, condizioni essenziali per contrastare la crisi, la disoccupazione e la precarietà del lavoro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2021 alle 16:47 sul giornale del 27 ottobre 2021 - 146 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cqBK





logoEV
logoEV