Jesi: Il presidente Acquaroli su quanto accaduto alla Cgil: "Rafforzare coesione e unità delle istituzioni democratiche"

acquaroli 1' di lettura 15/10/2021 - La dichiarazione del presidente Acquaroli in merito ai gravi fatti accaduti, giovedì mattina, alla Cgil di Jesi.

“Ho appena telefonato alla segretaria della Cgil Marche, Daniela Barbaresi. A lei ho espresso solidarietà per quanto è accaduto questa mattina a Jesi, dove è stata ritrovata una bottiglia incendiaria davanti alla sede della Cgil. L’espressione del dissenso e delle diverse opinioni non deve mai sfociare nella violenza e in atti intimidatori che non sono mai giustificabili da qualsiasi parte essi provengano.

Il clima di tensione che si sta instaurando nel nostro Paese, che ci riporta alla mente periodi bui a noi lontani, devono farci pensare e devono rafforzare la coesione e l’unità delle istituzioni democratiche contro chiunque voglia metterle in discussione. Abbiamo piena fiducia nel lavoro degli inquirenti affinché possano individuare quanto prima gli autori di questo gesto gravissimo, per consegnarli alla giustizia”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-10-2021 alle 10:27 sul giornale del 16 ottobre 2021 - 236 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/coxH





logoEV
logoEV