Dal 15 ottobre in vigore il green pass per tutti i lavoratori: ecco le regole

1' di lettura 15/10/2021 - Entra in vigore il 15 ottobre l'obbligo del green pass per tutti i lavoratori, sia pubblici che privati e chi svolge attività anche di formazione o di volontariato.

Sono esentati dall'obbligo tutti coloro che non possono vaccinarsi per motivi di salute. Chi non avrà il green pass è considerato assente ingiustificato dal lavoro: non scatterà la sospensione, ma ci sarà il blocco dello stipendio senza però conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del posto del lavoro.

Nelle aziende private con meno di 15 dipendenti, dopo il quinto giorno di assenza ingiustificata, il datore di lavoro potrà sospendere il lavoratore e sostituirlo, per un periodo non superiore a 10 giorni rinnovabili per una sola volta, dunque per un massimo di 20 giorni. La verifica del rispetto delle norme spetta ai datori di lavoro. Per chi viene trovato al lavoro senza il certificato verde è prevista una sanzione da 600 a 1.500 euro mentre per i datori di lavoro che non controllano o che non predispongono le misure organizzative, la sanzione va da 400 a 1000 euro.

Fino al 31 dicembre, chi non può vaccinarsi potrà fare il tampone gratis mentre per tutti gli altri il costo sarà di 15 euro, che scende a 8 per i minori di 18 anni. Le farmacie aderenti al protocollo sono tenute ad applicare i prezzi calmierati. Per avere informazioni sul green pass c'è il numero unico 1500.






Questo è un articolo pubblicato il 15-10-2021 alle 09:32 sul giornale del 16 ottobre 2021 - 203 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo, green pass

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/couJ





logoEV
logoEV