Civitanova: "Porto, altro che progetto accantonato se si affida un incarico legale per valutarlo", Silenzi e Mei pungolano sul piano Eurobuilding

4' di lettura 12/10/2021 - La giunta Ciarapica, per bocca del vicesindaco, ha mentito sul porto. Non è vero, come dichiarato da Troiani, che “il progetto della Eurobuilding non esiste più”. Esiste eccome, tanto che l’amministrazione ha affidato un incarico legale per decidere quale percorso amministrativo intraprendere rispetto alla proposta della Eurobuilding depositata a giugno al protocollo del Comune.

Tre mesi dopo l’annuncio fatto dal sindaco in consiglio comunale di volersi affidare a un avvocato per studiare la questione dell’iter procedurale da seguire, arriva l’incarico ufficiale. Perché Ciarapica ha fatto trascorrere tutta l’estate prima di assegnare ufficialmente la consulenza? Un escamotage per lasciar passare tempo e scivolare a ridosso delle elezioni lasciando il progetto parcheggiato in Comune? Sorprende, in questa fase, il silenzio della Eurobuilding e di tutto lo staff dei suoi progettisti, queruli per settimane, quando con le loro interviste dettavano alla giunta la linea giuridica da seguire sul progetto Dubai con una sicurezza e arroganza bloccate solo dalla protesta dei portuali che ha convinto il centro destra a rallentare e ad aggrapparsi alla proposta della Unicam di sviluppo portuale per sedare lo scontento. Ma la giunta non ha eliminato il progetto Eurobuilding ancora depositato in Comune. E come se i civitanovesi fossero degli allocchi da imbeccare con fake news, arrivano anche le interviste al vicesindaco Troiani che il 5 ottobre esce sulla stampa dicendo “il progetto Eurobuilding non esiste più” e nello stesso giorno va in giunta per votare l’incarico legale di valutazione del progetto stesso. Ancora falsità e mezze verità, terreno su cui tutta la vicenda del porto Dubai si è sviluppata, a partire dal silenzio che ha accompagnato la presentazione del progetto alla giunta di Civitanova e a quella regionale per continuare con le menzogne propinate ai civitanovesi che con le loro tasse pagano la parcella all’avvocato: ben 25 mila euro.

Con i soldi pubblici Ciarapica affida consulenze su consulenze, mentre tutto l’apparato tecnico amministrativo, mentre incassa le somme dei premi di produzione per il lavoro svolto, alza bandiera bianca e non si esprime su questioni giuridico-amministrative che vengono appaltate all’esterno. I civitanovesi pagano stipendi e consulenze: che almeno abbiamo in cambio trasparenza e verità.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

Città

Whatsapp

Telegram

Ancona

350.0532033

@VivereAncona

Ascoli

353.4149022

@VivereAscoli

Camerino

340.8701339

@VivereCamerino

Civitanova

348.7699158

@VivereCivitanova

Fabriano

376.0081705

@VivereFabriano

Fano

350.5641864

@VivereFano

Fermo

351.8341319

@VivereFermo

Jesi

371.4821733

@VivereJesi

Macerata

328.6037088

@VivereMacerata

Osimo

320.7096249

@VivereOsimo

Pesaro

371.4439462

@ViverePesaro

Recanati

366.9926866

@VivereRecanati

San Benedetto

351.8386415

@VivereSanBenedetto

Senigallia

351.7275553

@VivereSenigallia

Urbino

371.4499877

@VivereUrbino


Giulio Silenzi (Pd)

Stefano Mei (Movimento 5 Stelle)





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2021 alle 17:24 sul giornale del 13 ottobre 2021 - 140 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cnZ6





logoEV
logoEV