counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
articolo

Fermana-Siena, il peggior attacco contro la miglior difesa

7' di lettura
201

FERMO - Sabato ore 17:30, stadio Bruno Recchioni: si incontrano la penultima in classifica (Fermana) che ha tra i peggiori numeri del girone in quanto a gol fatti e incassati e la quarta in graduatoria (Siena) che in ben sei partite non ha incassato alcun gol.

Per tutto il mese di ottobre si gioca di sabato pomeriggio più un turno infrasettimanale di martedì sera contro la Lucchese tra due settimane, poi, se il calendario non verrà modificato, si tornerà a giocare sempre di domenica tranne un infrasettimanale prenatalizio il 22 dicembre.

Con 12 gol subiti quella della Fermana è la seconda peggior difesa del girone B di serie C, superata di una sola rete incassata da quelle di Viterbese (ultima in classifica generale) e Montevarchi. Con 5 reti realizzate quello dei gialloblù è tra i peggiori attacchi dello stesso girone, hanno fatto peggio solo il Grosseto (penultimo insieme alla Fermana) e il Teramo (quintultimo).
Quella del Siena invece è la miglior difesa del girone avendo subito solo due gol, peraltro entrambi nella stessa partita contro la Reggiana capolista, quindi nelle restanti sei partite i bianconeri toscani non hanno subito mai alcun gol : la rete dei bianconeri è inviolata in assoluto da 262 minuti e solo fuori casa da 272 minuti (playoff di C, 5 luglio 2020). In tutti i campionati professionistici italiani dalla serie A fino alla serie C solo il Sudtirol (serie C gir.A) ha fatto meglio del Siena con una sola rete subita, ma in 6 partite.

Dopo aver vinto e convinto contro il Grosseto, i tifosi canarini si erano illusi che fosse iniziato un nuovo corso; a Pesaro invece, se da una parte la Fermana aveva approcciato bene la partita, dall'altra è bastato un episodio sfortunato dopo soltanto dieci minuti per cambiare i programmi a mister e giocatori, trasformare la gara subito in salita e incassare la quinta sconfitta di questo campionato.

L'allenatore dei canarini Riolfo è realista e ha dichiarato che gli episodi, sia contrari che favorevoli, vanno messi in conto e fanno parte del gioco del calcio. Degli errori arbitrali ha parlato in settimana il direttore Conti limitandosi a chiedere l'applicazione del regolamento. Giustissimo ma c'è da considerare che anche gli errori arbitrali purtroppo sono molto frequenti e vanno messi in considerazione già prima di scendere in campo. Nello stesso stadio "Benelli" di sabato scorso la Fermana 27 anni fa ha perduto non solo una partita ma un intero campionato con un gol realizzato platealmente con la mano; risultato e classifica finale furono regolarmente omologati, quindi...
Diverso quando gli errori arbitrali sono sempre contro una squadra e mai a favore, e a dire il vero finora in questa stagione non sembra che gli avversari si siano mai lamentati per errori arbitrali a favore della Fermana.
In attesa della prima distrazione arbitrale che favorisca involontariamente la Fermana, gli unici errori che i gialloblù possono e devono evitare sono di sicuro quelli commessi dai propri giocatori, come le due leggerezze che hanno provocato il primo gol a Pesaro sabato scorso; è su questo punto che Riolfo dovrà lavorare, e moltissimo. Vero anche che il nuovo trainer gialloblù si è trovato a preparare ben tre partite in soli otto giorni (Carrarese, Grosseto e Vis Pesaro), con una squadra incompleta per vari motivi; miglioramenti generali se ne sono visti, ora vedremo se i progressi verranno confermati anche nella serie di prossimi scontri tutti con squadre di alta classsifica (dopo Siena, Pescara, Lucchese, Ancona e Pontedera).

QUI FERMO - Alla ripresa degli allenamenti settimanali sono stati precauzionalmente tenuti a riposo per un affaticamento sia Cognigni che Mbaye, che però oggi sono regolarmente disponibili e convocati; il resto del gruppo ha sempre lavorato; in settimana Scrosta è stato sottoposto ad ecografia di controllo e infine Boateng e De Pascalis continuano a svolgere regolarmente il proprio programma di allenamento separato e recupero post intervento chirurgico.

Come al solito molto laconico il tecnico della Fermana, Giancarlo Riolfo, nelle dichiarazioni dopo la rifinitura alla vigilia della partita: «Il Siena ha esperienza e qualità ma anche noi abbiamo i nostri armi e sapremo farle valere in campo; abbiamo iniziato un percorso che ci darà sicuramente i suoi frutti e dovremmo dimostrare partita dopo partita quello che sappiamo fare».

I 25 CONVOCATI
PORTIERI: 1 Ginestra, 22 Moschin, 31 Ajradinoski;
DIFENSORI: 2 Rossoni, 3 Mordini, 6 Corinus, 19 Pistolesi, 21 Rodio, 23 Alagna, 30 Sperotto, 99 Blondett;
CENTROCAMPISTI: 4 Urbinati, 8 Grossi, 11 Bugaro, 18 Frediani, 20 Capece, 24 Mbaye, 25 Graziano, 77 Pannitteri;
ATTACCANTI: 7 Marchi, 9 Cognigni, 10 Bolsius, 26 Lovaglio, 29 Rovaglia, 32 Nepi;

NON CONVOCATI: per indisponibilità Boateng, De Pascalis, Scrosta, Trezza; per scelta tecnica Grassi e Marini.

SQUADRA ARBITRALE - Domani pomeriggio dirige Luca Zucchetti della sezione di Foligno; due i precedenti con i gialloblù: il primo in Coppa Italia con il successo a San Benedetto nella stagione 2019-2020 per 0-2 (D'Angelo-Cognigni), il secondo lo scorso anno in campionato con l'1-1 in casa della Virtus Verona. Sarà coadiuvato dagli assistenti Marco Cerilli di Latina, Emanuele Spagnolo di Reggio Emilia e dal quarto ufficiale Dario Acquafredda di Molfetta.

BIGLIETTI - I biglietti sono disponibili online sul portale Vivaticket all’indirizzo https://www.vivaticket.com/it/biglietto/lega-pro-21-22-fermana-fermana-siena/165999. È consigliato l'acquisto online o attraverso le ricevitorie autorizzate del medesimo circuito per evitare assembramenti nel giorno della gara; è possibile acquistare i tagliandi anche presso la sede della Fermana con i seguenti orari: venerdì ore 16-20, sabato ore 10-13, nonché sabato presso la Biglietteria dell'Arena Villa Vitali dalle ore 14,30 ad inizio gara.
Rimarrà ancora chiusa la Curva Duomo, mentre per il pubblico locale saranno aperte la Tribuna Laterale Ovest e la Tribuna Centrale.
I prezzi per i biglietti sono: tribuna laterale ovest € 12 compresa prevendita; under 18 € 10 compresa prevendita; tribuna centrale € 30 compresa prevendita. Si ricorda che l’accesso allo stadio è consentito esclusivamente ai possessori di green pass (richiesto solo al di sopra dei 12 anni).

EX NEL PASSATO - Giocatori della Fermana in passato provenuti dal Siena sono Guido Di Fabio, Umberto Marino e Pierluigi Prete gli ex "di lusso", poi anche Antonello Spinoccia, Liam Ardigò, Emanuele Masini e Roberto Romualdi; più di recente Daniele Portanova, Giorgio La Vista, Salvatore Mastronunzio, Michele Fini e Massimo Paci, tutti e cinque in bianconero a fine carriera; infine tra gli ex più "freschi" abbiamo Andrea Doninelli, Samuele Neglia, Simone Moschin e Kingsley Boateng, questi ultimi due tutt'ora con la Fermana. Anche mister Stefano Di Chiara (1999) l'anno prima di sedere per un solo mese sulla panchina della Fermana aveva preso il Siena in corsa e portato ad una miracolosa salvezza.

I PRECEDENTI - A Fermo i confronti ufficiali fra le due squadre sono due: vittoria dei canarini per 2-0 nella serie C 1950/51 e pareggio 1-1 nella serie C della stagione successiva.
Tornando all'anno prima, nel 1951 le vittorie per 2-0 su Siena e Arezzo (gol di Mario Grassi e Rolando Cuoghi) consentirono alla Fermana di terminare il campionato al 15° posto, a pari punti con la Pistoiese con cui i gialloblu si giocarono la salvezza in uno dei primi spareggi salvezza della loro storia, naturalmente vinto 1-0 sul neutro di Forlì.

37. giornata - 3 giugno 1951
FERMANA-SIENA 2-0
FERMANA: Bertani, Pettinari, Dolic, Cossiri, Santarello, Sandukcic, Paci, Grassi, Cuoghi, Tugnoli, Traini.
SIENA: Gervasi, Gnesin, Gasparri, Frugoli, Berto, Giovannelli, Serlupini, Rossolini, Rossi, Petrini, Grazioli.
ARBITRO: Coppolone di Bari.
GOL: 4' Grassi, 82' Cuoghi.

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2021/10/03/fermana-in-vena-di-regali-e-spuntata-la-vis-ringrazia/1040730/

https://www.viverefermo.it/2021/10/02/fermana-a-pesaro-non-c-due-senza-tre/1039779/

https://www.viverefermo.it/2021/09/30/fermana-vittoria-doveva-essere-e-vittoria-stata/1037746/

https://www.viverefermo.it/2021/09/28/fermana-adesso-i-numeri-fanno-paura/1036580/

https://www.viverefermo.it/2021/09/26/la-fermana-con-riolfo-bella-solo-a-met-e-vince-la-carrarese/1036010/

https://www.viverefermo.it/2021/09/23/fermana-il-neomister-riolfo-si-presenta-ritrovare-lo-spirito-combattivo/1033293/

https://www.viverefermo.it/2021/09/21/fermana-mister-riolfo-il-sostituto-del-dimissionario-domizzi/1031989/

https://www.viverefermo.it/2021/09/20/la-fermana-ancora-ko-0-4-e-si-arrende-domizzi-a-rischio-esonero/1031414/



Questo è un articolo pubblicato il 08-10-2021 alle 16:43 sul giornale del 09 ottobre 2021 - 201 letture


Paolo Bartolomei