Rapagnano, il candidato sindaco Ceci elogia il suo rivale: “Non ci sarà opposizione ma collaborazione”

2' di lettura 27/09/2021 - Nella lista del candidato Ceci una novantenne, una ottantenne e un settantenne. La famiglia Ceroni si appresta a fare concorrenza per longevità politica a quella di Clemente Mastella.

Due le liste a Rapagnano per le ormai vicine elezioni amministrative. A “Rapagnano 2021. Ceroni Sindaco” c’è contrapposta “Impegno per Rapagnano”, la lista con a capo Alfonso Ceci.

Ceci, cosa l’ha spinta a candidarsi come sindaco di Rapagnano?

«Sono consigliere uscente ed è stata una buona esperienza. Ho capito tante cose, così ho deciso di ripropormi».

La sua “Impegno per Rapagnano” è la lista che fa da contraltare a quella della Ceroni. Non rischia di essere una lotta impari, alla Davide e Golia? Crede che il miracolo della vittoria possa riuscire?

«Saranno i cittadini a decidere. Può anche darsi che ci sia il miracolo, certo è che non ci si fa la guerra. Non c’è mai stata una forte opposizione, anzi. Credo che collaborando le cose riescano meglio; e per me andrebbe già bene continuare questo percorso da consigliere, come nel precedente quinquennio».

C’è qualcosa che rimprovera al sindaco uscente?

«No, quello che poteva fare lo ha fatto, forse anche di più. Si è sempre dato da fare per il paese e penso che la figlia farà uguale».

E della scelta di affiancare sua figlia come consigliere cosa ne pensa?

«È una cosa positiva. Ha esperienza come sindaco, conosce bene Rapagnano e continuerà a dare al paese quello che ha dato finora».

Nella sua lista i candidati consiglieri sono sette, il numero minimo previsto dalla legge. Non ha trovato nessun altro disposto a mettersi in gioco? Cosa è successo?

«Niente di particolare. Ci sarebbero state altre persone ma mi sono fermato a questo numero».

Rimaniamo in tema di candidati. Nella sua compagine ci sono una novantenne, una quasi ottantenne e un settantunenne. Mira a raccogliere il consenso della popolazione più in là con l’età?

«No, ma è gente che sicuramente ha esperienza. Abbiamo candidati anche più giovani comunque, come una ventenne e, come tali, i giovani hanno grinta».

Come sta convincendo i rapagnanesi a votarla? Ha organizzato incontri pubblici?

«Per il momento no. Ci stiamo organizzando per questa settimana».

Come è articolato il suo programma elettorale?

«Un programma preciso non è stato fatto. Promesse non si possono fare, vedremo man mano. La cosa su cui punto di più è sicuramente far rispettare i limiti di velocità».


di Benedetta Luciani
redazione@viverefermo.it





Questa è un'intervista pubblicata il 28-09-2021 alle 00:07 sul giornale del 28 settembre 2021 - 170 letture

In questo articolo si parla di politica, clemente mastella, intervista, elezioni amministrative, Remigio Ceroni, Rapagnano, Benedetta Luciani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/clrH





logoEV