Fermana, adesso i numeri fanno paura

5' di lettura 27/09/2021 - FERMO - Dopo 5 partite la Fermana è ultima da sola con un solo punto in classifica e reduce da 4 sconfitte consecutive. Domani, martedì (ore 21) primo turno infrasettimanale della stagione: a Fermo arriva il Grosseto, quintultimo, anch'esso alla ricerca della prima vittoria stagionale, ma che ha perso una sola volta, pareggiato quattro, ha la settima miglior difesa del girone e soprattutto non cambia allenatore (Magrini) da tre anni. Per i canarini obiettivo minimo è non subire la quinta sconfitta. KO anche Sperotto.

Fermana ultima ad 1 punto dopo 5 partite, solo altre tre volte si è verificata questa situazione alla 5° giornata: nel 1999/00 (serie B), nel 2005/06 (ultima annata di serie C1 e della gestione di patron Battaglioni) e l'anno scorso. Nei primi due casi il campionato si è concluso con la retrocessione diretta; solo l'anno scorso, con l'arrivo di Cornacchini in panchina, i gialloblù hanno recuperato e ottenuto la permanenza in serie C senza spareggi.

Quattro sconfitte consecutive, come adesso, però sono capitate tra i prof. nel 2005/06 (ultimo anno di serie C1, che come numeri fu il peggiore di tutta la storia canarina) e anche nel 2002/03, altro campionato di C1 conclusosi con la retrocessione diretta (poi però ci fu il ripescaggio della Fermana in C1 insieme ai siciliani del Paternò e la "giostra" di Battaglioni proseguì altre tre annate).

Tornando ad oggi, la Fermana non vince da 11 partite cioè 990 minuti (da Fermana-Modena, 27 marzo, 29° giornata dello scorso campionato) e non sigla un gol dal 394 minuti (rete di Nepi al 56' di Fermana-Viterbese, 1° giornata di questo campionato).
Dopo 5 partite i canarini hanno subito ben 10 gol e fatti solo 3 (peggior difesa del girone insieme a Vis Pesaro e Viterbese); l'anno scorso 8 gol subiti e 1 fatto, nel 2005/06 12-4 e nel 1999/2000 11-3.

Il nuovo allenatore Giancarlo Riolfo, arrivato mercoledì mattina, ha avuto solo tre giorni per lavorare sulla squadra prima della partita di Carrara, giocata sabato. Nonostante ciò in Toscana si è vista una Fermana un po' più quadrata e che è stata sconfitta solo per un episodio.
Riolfo non ha la bacchetta magica ma semplicemente tutti i giocatori lo seguono, a differenza di quello che succedeva con il precedente tecnico. Risolto, almeno per ora, il problema dell'impegno e della compattezza del gruppo, restano i noti limiti tecnici e le lacune della rosa, dovute in parte anche ad infortuni importanti (Scrosta difensore centrale e Marchi punta centrale). Le modifiche nella formazione viste a Carrara hanno dato qualche beneficio, i tifosi gialloblù sperano che non sia solo "effetto placebo".

La Carrarese non è parsa squadra di grande spessore, e anche l'avversaria di domani sera, il Grosseto, occupa la parte bassa della classifica. I maremmani, come la Fermana, dopo cinque partite sono alla ricerca della prima vittoria stagionale, però a differenza dei canarini hanno conquistato ben quattro pareggi, tra cui due con Ancona e Modena cioè due avversarie di alta classifica. Inoltre il Grosseto ha subito solo quattro gol e su questo è la settima miglior difesa del girone, anche meglio di Pescara ed Entella che sono seconda e settima in classifica. La squadra biancorossa toscana ha molti giocatori con lunga esperienza in categoria, o provenienti da settori giovanili importanti, e anche tre elementi con un passato in serie B (gli attaccanti De Silvestro e dell'Agnello e il centrocampista Ghisolfi)

Considerando questi dati e raffrontandoli con la difficoltà della Fermana ad andare a rete si comprende come il match di domani sera sia difficile e da non prendere sottogamba per quanto importante perché la Fermana dovrà quantomeno evitare la quinta sconfitta consecutiva, prima ancora di pensare alla prima vittoria stagionale.

CINQUE EX TRA FERMANA E GROSSETO: Tutti nel passato, sono Perra, Tinazzi, Bossa, Lupoli, Clemente e mister Marco Cari.

LE PAROLE DEL MISTER DELLA FERMANA - Giancarlo Riolfo dopo la rifinituira di oggi pomeriggio: "Fino al gol della Carrarese c'era soddisfazione da parte nostra e soprattutto da parte mia perché i ragazzi avevano messo in campo quelle idee quello spirito che io avevo chiesto. Ora ci ritroviamo ad affrontare un'altra partita con solo mezzo allenamento, dobbiamo alimentare o incrementare quello che di positivo abbiamo fatto, non perdere la fiducia sui nostri mezzi e sulle nostre capacità, a prescindere dalla situazione e dagli inconvenienti che dobbiamo affrontare ogni giorno. I problemi e gli infortuni che abbiamo li conosciamo ma non devono essere un nostro alibi: quando andiamo in campo dobbiamo pensare solo i nostri pregi dando tutto e facendo i conti solo alla fine"

ECCO I 24 CONVOCATI
PORTIERI: 1 Ginestra, 22 Moschin, 40 Piarulli;
DIFENSORI: 2 Rossoni, 3 Mordini, 6 Corinus, 19 Pistolesi, 21 Rodio, 23 Alagna, 99 Blondett;
CENTROCAMPISTI: 4 Urbinati, 8 Grossi, 11 Bugaro, 18 Frediani, 20 Capece, 24 Mbaye, 25 Graziano, 77 Pannitteri;
ATTACCANTI: 7 Marchi, 9 Cognigni, 10 Bolsius, , 26 Lovaglio, 29 Rovaglia, 32 Nepi;
NON CONVOCATI. Ajradinoski, Boateng, De Pascalis, Grassi, Lorenzoni, Marini, Scrosta, Sperotto, Trezza. Per Sperotto problema alla schiena, lo stesso che - da quanto fanno sapere dalla Fermana - domenica lo ha costretto al cambio a fine primo tempo.

SQUADRA ARBITRALE - Domani sera dirige Abdoulaye Diop di Treviglio; assistenti Marco Carrelli di Campobasso e Lorenzo D'Ilario di Tivoli; quarto ufficiale di gara Paul Leonard Mihalache di Terni.

UN SOLO PRECEDENTE - Nella serie C del 1950/51, a Fermo vinse la Fermana 2-1 con reti degli emiliani Rolando Cuoghi e Sauro Verzelloni. Ecco il tabellino di quella partita:
21. giornata - 11 febbraio 1951
FERMANA: Vagnoni, Pettinari, Suppini, Dolic, Cossiri, Santarelli, Paci, Verzelloni, Cuoghi, Tugnoli, Traini II.
GROSSETO: D’Ambrosi, Francalanci, Pucci, Marini, Puccetti, Corgiat, Stefani, Conforti, Flegar, Cabas, Fioravanti.
ARBITRO: Burini di Ravenna.
GOL: 36’ Cuoghi, 65’ Verzelloni, 72’ Cabas (rig.).

ARTICOLI CORRELATI

https://www.viverefermo.it/2021/09/26/la-fermana-con-riolfo-bella-solo-a-met-e-vince-la-carrarese/1036010/

https://www.viverefermo.it/2021/09/25/fermana-a-carrara-riolfo-lattesa-alimenta-lanimale-da-battaglia-che-ho-dentro/1035168/

https://www.viverefermo.it/2021/09/23/fermana-il-neomister-riolfo-si-presenta-ritrovare-lo-spirito-combattivo/1033293/

https://www.viverefermo.it/2021/09/21/fermana-mister-riolfo-il-sostituto-del-dimissionario-domizzi/1031989/

https://www.viverefermo.it/2021/09/20/la-fermana-ancora-ko-0-4-e-si-arrende-domizzi-a-rischio-esonero/1031414/

https://www.viverefermo.it/2021/09/13/fermana-e-allenatore-nel-pallone-vince-il-montevarchi/1026658/




Paolo Bartolomei


Questo è un articolo pubblicato il 27-09-2021 alle 14:26 sul giornale del 28 settembre 2021 - 220 letture

In questo articolo si parla di sport, grosseto, fermana calcio, paolo bartolomei, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/clkG





logoEV
logoEV