counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Fano: Sfondano la vetrata e portano via il bancomat: caccia aperta ai tre componenti della banda

2' di lettura
543

Erano in tre, probabilmente dei professionisti. E non si esclude che avessero dei complici in zona. Sono i primi dettagli che emergono dalle indagini relative al blitz notturno durante il quale una banda di malviventi ben organizzata ha sfondato una vetrata del FanoCenter e portato via di peso uno sportello automatico del bancomat.

I ladri si sono subito dileguati con i due furgoni utilizzati per mettere a colpo il segno. Dopo la spaccata – eseguita intorno alle 2 45 nella notte tra sabato e domenica - la fuga fino a Carignano. Subito sulle loro tracce i carabinieri di Fano, anche grazie al Gps di cui era dotato lo sportello automatico. In altre parole, non solo i ladri non sono riusciti ad aprirlo per arraffare il malloppo, ma si sono subito ritrovati con i carabinieri alle calcagna (i dettagli).

Proseguono dunque le indagini per identificare i tre malviventi, sul cui numero hanno dunque fatto chiarezza le immagini di videosorveglianza immediatamente acquisite dai carabinieri. Di certo è apparso un gruppo ben organizzato. Nei giorni precedenti alla spaccata avevano infatti rubato i due mezzi – uno a Senigallia e uno a Morciano di Romagna -, per poi utilizzarli per sfondare le vetrate dell’ingresso laterale del centro commerciale di Bellocchi. Salvo però abbandonarli, poi, una volta messi alle strette dagli eventi. Stessa sorte, pare, per la Toyota Yaris di colore bianco che hanno prima rubato nella stessa notte a Carignano, vettura poi ripescata al mattino dal torrente Arzilla (ecco come è andata). Il modus operandi sa comunque di professionismo. I prossimi giorni saranno decisivi per dare una svolta alle indagini, mentre al FanoCenter la conta dei danni si prospetta tutt’altro che trascurabile.


Per le tue segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano




Questo è un articolo pubblicato il 07-09-2021 alle 12:33 sul giornale del 08 settembre 2021 - 543 letture