counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
articolo

Fermana, la prima vittoria sfuma all'ultimo secondo: 3-3

4' di lettura
194

FERMO - Una Fermana bella a metà prima prende il largo sulla Viterbese (3-0) con un bel tris di Urbinati, Bolsius e Nepi, poi si fa raggiungere dagli avversari che nel secondo tempo costruiscono il pareggio, conquistato all'ultimo minuto. Soddisfatto a metà anche il pubblico, tornato finalmente a riempire lo stadio dopo le limitazioni anti-covid, ok per la prestazione e l'approccio, deluso per il finale.

Fino al quarto d'ora del secondo tempo la Fermana è una bella sorpresa, al di là dei dubbi e incognite della vigilia, considerando la formazione emergenziale, ad esempio per l'infortunio (stiramento) a Scrosta (ne avrà per una ventina di giorni), che ha costretto Domizzi a far esordire Corinus al centro della difesa accanto a Sperotto, posizione insolita per quest'ultimo, eppure proprio i due centrali difensivi sono stati uno dei punti forti della formazione di casa nel primo tempo. I canarini sono stati bravi, cinici ad approfittare e concretizzare subito le occasioni capitate, a partire dal corner trasformato in gol da Urbinati, soprendendo una più quotata (almeno sulla carta punta ai play off) avversaria che ha impiegato un tempo per rincorrere i canarini e riaprire la partita che è stata tutt'altro che noiosa, anzi avvincente fino all'ultimo minuto. Peccato per il gol del pareggio al 93' che nega alla Fermana il primo successo al "Recchioni" contro la Viterbese, ma crediamo che i canarini abbiano ancora margini di miglioramento.

Dopo appena 6' la Fermana sblocca con il Urbinati con un colpo di testa da un traversone dopo un corner. Primo gol stagionale da parte del capitano, l'ultimo dei "Samurai" che, guidati da Flavio Destro, nel 2017 riportarono la formazione gialloblù in serie C, giocatore che sta diventando il nuovo simbolo della squadra canarina. 1-0. La Viterbese risponde con un bel colpo di testa di Murillo da punizione, Moschin respinge. Al 20' ancora la Fermana di testa con Marchi su lungo cross di Rossoni, palla tra le mani di Daga, è solo il preludio per lo stupendo raddoppio di Bolsius su rovesciata: 2-0 e poco dopo i laziali si mangiano il 2-1, sparando alto con Errico.
Nel finale di tempo la Viterbese spinge, la Fermana rischia ma amministra bene, Moschin salva la propria porta. Ad inizio ripresa arriva il tris del giovane Alessio Nepi che conclude a rete alla grande una stupenda azione manovrata al limite dell'area: 3-0.
Il terzo gol fa più male che bene alla Fermana che da una parte forse si illude di avere in ghiaccio la vittoria, dall'altra paga un calo fisico come a Siena, la Viterbese mette in campo tutta la rabbia e in tre miniuti riapre la gara con Murillo e un bel gol dell'ex Matelica Volpicelli che raccoglie una respinta corta della difesa e dal limite spara sotto la traversa.
Sul 3-2 è tutta un'altra partita, arrivano le sostituzioni, la Viterbese sente l'odore del sangue e vuole dare il colpo del ko alla preda, la Fermana stringe i denti e resiste, difende i primi tre punti stagionali anche con le unghie, esordisce anche Mbaye, altro giocatore proveniente da un lungo periodo di inattività, per fare la guerra, ma proprio al 92' arriva il 3-3 del neo entrato Cappani-Dias, meritato magari dagli ospiti, che però lascia l'amaro in bocca a Domizzi e ai suoi che dovranno lavorare sodo per far arrivare la Fermana fino alla fine dei secondi tempi, a partire dalla prossima, a Gubbio, fra otto giorni.

FERMANA (4-4-2): Moschin; Rossoni, Corinus, Sperotto, Mordini; Bolsius (41’ st Alagna), Urbinati (30’ st Mbaye), Graziano, Bugaro (23’ st Bugaro); Nepi (23’ st Lovaglio), Marchi. A disp. Ginestra, Frezza, De Pascalis, Grossi, Cognigni, Diouane, Pistolesi, Rovaglia.All. Maurizio Domizzi.

VITERBESE (4-3-1-2): Daga; Fracassini, D’Ambrosio, Junior, Ricchi (12’ st Cappani Dias); Calcagni (38’ st Simonelli), Megelaitis, Alberico (36’ st Adopo); Errico (12’ st Marenco); Volpicelli, Murilo. A disp. Bisogno, Urso, Foglia, D'uffizi, Tassi. All. Alessandro Dal Canto.
ARBITRO: Vergaro di Bari
RETI: 6’ pt Urbinati, 22’ pt Bolsius, 11’ st Nepi, 20’ st Murilo, 22’ st Volpicelli, 48' st Dias
NOTE: spettatori 600 circa. Ammoniti Megelaitis, Graziano. Recupero 1 + 4





Questo è un articolo pubblicato il 29-08-2021 alle 11:33 sul giornale del 29 agosto 2021 - 194 letture


Paolo Bartolomei