Fano: Rissa e accoltellamento di fronte al Miu, identificate 20 persone: il questore promette rinforzi per la pubblica sicurezza

2' di lettura 10/08/2021 - Si attende la convalida dell’arresto dei quattro giovani finiti in manette dopo la maxi-rissa verificatasi sabato mattina all’alba di fronte alla discoteca Miu di Marotta di Mondolfo, dopo un evento che aveva attirato centinaia di persone.

Tra i quattro arrestati anche un 25enne di origini albanesi residente ad Ancona, accusato di tentato omicidio perché ritenuto l’autore della coltellata all’addome inferta a un senegalese suo coetaneo che è poi stato ricoverato d’urgenza, e che si trova tuttora in prognosi riservata. L’albanese, insieme agli altri tre arrestati – un altro albanese suo coetaneo, un 23enne senegalese residente a Tolentino e un 33enne dominicano ma che dimora nello jesino -, dovrà rispondere anche dei reati di rissa, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate e danneggiamento.

Intanto sono stati identificati anche altri venti giovani coinvolti nella rissa. I carabinieri di Fano hanno infatti trasmesso le immagini ai militari delle altre caserme della nostra regione per agevolare l’identificazione di tutto coloro che si sono resi responsabili dell’inaudita violenza scatenatasi dopo la nottata di festa. Una rissa durante la quale non è avvenuto soltanto l’accoltellamento ai danni del ragazzo senegalese, ma sono stati malmenati anche due dei carabinieri intervenuti sul posto (il video). Per loro la prognosi varia tra le due e le tre settimane. Tanta l’indignazione da parte dei cittadini, della politica, del sindacato di polizia e dello stesso sindaco di Mondolfo Nicola Barbieri.

Ferma anche la reazione del nuovo prefetto di Pesaro Urbino Tommaso Ricciardi: è infatti stata subito disposta la chiusura per un mese del Miu, storico locale della zona a cui erano già stata imposte un paio di chiusure e il pagamento di quattro sanzioni per il mancato rispetto delle norme anti-Covid. Dello stesso parere anche il questore provinciale Michele Todisco, che concorda con la chiusura della discoteca – tanto da aver firmato lui stesso il provvedimento - e che ha già assicurato l’arrivo di rinforzi per i servizi notturni previa esplicita richiesta al ministero. Fa infatti discutere il fatto che a intervenire, in un primo momento, sia stata una sola pattuglia, salvo poi arrivarne anche un’altra.

Seguono foto.

Per le tue segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 10-08-2021 alle 10:20 sul giornale del 10 agosto 2021 - 355 letture

In questo articolo si parla di cronaca, mondolfo, marotta, rissa, accoltellamento, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ceaq





logoEV
logoEV