Fano: Entra nell’hotel dismesso ed esplode fuochi dalla terrazza [FOTO]: lapilli roventi su case e persone, bagarre in strada

2' di lettura 04/08/2021 - Scintille pericolose. In tutti i sensi. In senso stretto, per via dei lapilli roventi caduti tra i terrazzi delle case lì intorno e sui locali sottostanti. Ma anche – in senso figurato – tra le persone in strada. Alta tensione, martedì sera poco prima di mezzanotte, in seguito ad alcuni fuochi d’artificio esplosi da un vecchio hotel ormai in disuso. Ma che qualcuno ha deliberatamente deciso di ‘ravvivare’. Con tutti i rischi del caso.

C’era gente nei ristoranti e nei bar della zona. C’erano gli immancabili passanti. E c’era – ovviamente – chi stava già dormendo. Tutti sono balzati via dalle sedie, oppure dal letto, a causa di alcuni fuochi improvvisamente esplosi dal luogo più impensabile: l’ex Hotel Roma di via Dante Alighieri a Sassonia di Fano, a due passi dall’Anfiteatro Rastatt e dal lungomare. La struttura è chiusa da anni. Ma, evidentemente, non ‘a chiave’.

E non è neppure stata una persona qualunque ad aver messo in atto un simile gesto. Non un gruppo di ragazzini annoiati, bensì il titolare di uno degli altri locali della fila, ora finito nei guai per aver esploso dei fuochi d’artificio dal vecchio hotel rischiando di far divampare qualche incendio nei dintorni. Per non parlare dell’incolumità dei passanti. Il motivo? Un compleanno, secondo il racconto di alcuni testimoni. Ma sono diversi gli episodi di fuochi esplosi da ignoti negli ultimi tempi, quasi a cadenza settimanale. Su questo in tanti si sono posti ben più di una domanda. E chi di dovere sta già indagando.

Intanto, martedì notte, il caos. Perché alle prime fiamme provocate dai ‘giochi pirotecnici’ partiti dall’Hotel Roma sono stati chiamati i vigili del fuoco, arrivati con tanto di autoscala dalla caserma di Pesaro. Sul posto anche gli agenti di polizia per il sequestro dei fuochi d’artificio e pure un’ambulanza: una donna – parente del responsabile del gesto – si sarebbe sentita male, ma senza particolari conseguenze, dopo essersi messa a riprendere i curiosi che a loro volta stavano riprendendo il tutto.

Una volta placati animi e fiamme sono cominciati gli interrogatori, prima a lato della strada poi in commissariato. Sul posto anche l’assessora alla polizia locale Sara Cucchiarini, che ha chiesto chiarimenti alle forze dell’ordine in merito all’accaduto.

Seguono alcune foto.

Per le tue segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 04-08-2021 alle 18:19 sul giornale del 05 agosto 2021 - 1366 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, fano, fuochi d'artificio, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cdv6