Pesaro: Manifestazione no-vax, in 500 sotto casa del sindaco Ricci

manifestazione sotto casa di Ricci 3' di lettura 29/07/2021 - Questa sera alle ore 20 Il Movimento IoApro è tornato nuovamente in piazza, questa volta a Pesaro, dopo la manifestazione di ieri a Roma.

La manifestazione ha avuto luogo in piazzale della Libertà ma il corteo si è mosso anche per le vie cittadine finendo per manifestare sotto casa del sindaco Ricci. Secondo gli organizzatori hanno aderito 500 persone, in inutile attesa, visto che il sindaco non era in casa.

"Manifestazione no-vax sotto casa mia. Da non credere - commenta il primo cittadino di Pesaro - E io non ci sono neanche a casa, con famiglia e figli increduli e spaventati. Siete degli squadristi, vergogna. La libertà non sapete neanche cosa sia. Vaccinarsi è un dovere civico e morale, come ha detto il Presidente Mattarella".

La Manifestazione di questa sera è stata al fianco dell’associazione ‘Comitato Salute e Diritti’. Un comitato che ha chiaramente espresso il proprio No al Green Pass in quanto lesivo della libertà personale degli individui.

Umberto Carriera, segretario Nazionale del Movimento IoApro, si è detto orgoglioso dell’affluenza e del calore dimostrato dalle persone ieri in Piazza a Roma, e ci tiene a ribadire con forza che non si tratta di persone No Vax, ma semplicemente di cittadini esausti di limiti e restrizioni imposti ‘dall’alto’, il green pass che il Governo intende imporre dal 6 agosto è contrario al buon senso, dice, i ristoratori e non solo, tutti i gestori dei locali in cui sarà imposto, non sono ufficiali giudiziari e non potranno certo imporre ai propri clienti un controllo così serrato. Inoltre, aggiunge il Comitato Salute e diritti, i soggetti vaccinati, anche con seconda dose, possono essere veicolo di contagio cioè possono contrarre il virus e diffonderlo, quindi dotarli di un “lasciapassare”, come se fossero più innocui dei soggetti non vaccinati sulla circolazione del virus, è una vera contraddizione.

Vogliamo chiarire, precisano dal Comitato che intende tutelare la libertà dei singoli, a questo punto che capiamo chi ritiene che il vaccino anticovid sia una grande conquista della scienza; ben venga che chi lo desidera possa accedere ad una vaccinazione, ma, è a nostro avviso fondamentale tornare a riconoscere il valore della libertà individuale e ad avere rispetto per ogni cittadino.

A chi ci dice che la vaccinazione è l'unico modo per uscirne, concludono, vorremmo replicare che esistono cure domiciliari efficaci e che questo vaccino non impedisce il circolare del virus e va comunque ripetuto regolarmente, in quanto è stabilito che non dona un'immunità a vita. Restituiamo il sostanziale valore alla libertà di scelta di ogni cittadino e finiamola di parlare di obbrobri come il greenpass.

Il Movimento IoApro è in totale sintonia con le dichiarazioni rilasciate dal Comitato Salute e diritti, chiosa Umberto Carriera, ed è proprio per questo che questa sera la manifestazione si sposterà a Pesaro, anche per quei residenti, che ieri non hanno potuto andare a Roma.

Vuoi ricevere le notizie più importanti di Vivere Pesaro in tempo reale su WhatsApp o Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 371.4439462 alla tua rubrica ed inviaci un messaggio (es.: ok notizie).
Per Telegram vai su https://t.me/viverepesaro e clicca su "unisciti"






Questo è un articolo pubblicato il 29-07-2021 alle 13:23 sul giornale del 30 luglio 2021 - 1043 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pesaro, matteo ricci, articolo, no vax, green pass, io apro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ccyH





logoEV