Il polo di chirurgia robotica per le Aree Vaste delle province di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno proseguirà il percorso avviato

1' di lettura 28/07/2021 - “Il polo di chirurgia robotica Marche Sud concordato tra Regione, direzione ASUR e Aree Vaste 3, 4 e 5 con modalità e tempi legati alla procedura amministrativa e tecnica di installazione, proseguirà il suo iter, nonostante i ritardi dovuti alla mancanza di risorse che secondo la visione originaria dovevano essere reperite nel bilancio ordinario dell’Asur.

La procedura avviata nell’AV4 è stata revocata in autotutela dall’Asur a seguito della segnalazione ricevuta dall’Anac”. Lo ha detto l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini oggi rispondendo in Aula all’interrogazione del consigliere Cesetti.

“Come avevo promesso - ha continuato l’assessore - il procedimento sarà riavviato con una nuova procedura e la chirurgia robotica costituirà una prestazione di altissima specializzazione per tutte e 3 le Aree Vaste in condizione di equiordinazione”.

Il nuovo procedimento prevede l’impiego dello strumento robotico per tutte e tre le Aree Vaste, e tutte, in pari condizioni, saranno messe nella possibilità di poter esprimere le adeguate professionalità dei medici presenti nelle rispettive strutture. Mediante il leasing del robot si potrà assicurare questa finalizzazione dell’uso migliore delle risorse pubbliche, e il Piano del fabbisogno tecnologico ad alta complessità garantisce queste finalità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2021 alle 17:21 sul giornale del 29 luglio 2021 - 167 letture

In questo articolo si parla di lavoro, regione marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ccvu