Atletica: Ancora in forma i lanciatori all'Ascoli meeting

2' di lettura 26/07/2021 - Lanci in primo piano, come di consueto, nell’edizione numero 31 dell’Ascoli Meeting.

Tra i protagonisti c’è l’atleta di casa Nazzareno Di Marco che nel disco va oltre i sessanta metri per due volte: al quinto turno arriva a 61.45 realizzando una delle sue migliori prestazioni personali, la sesta in carriera, mentre aveva aperto la gara con 60.97. Quest’anno l’ascolano delle Fiamme Oro, campione tricolore invernale della specialità, ha spedito l’attrezzo a 64.68 sulla pedana di Spoleto, avvicinando il proprio limite di 64.93.

Nella riunione nazionale, organizzata dal Centro Marcia Solestà al campo scuola Mauro Bracciolani di Ascoli Piceno, rientra in azione il martellista Giorgio Olivieri. Per il ventenne carabiniere sangiorgese la misura vincente è di 71.52 con l’ultimo tentativo, a un paio di settimane dal quinto posto agli Europei under 23 di Tallinn che lo ha confermato nelle posizioni di vertice a livello giovanile, dopo il bronzo continentale under 20 di due anni fa.

Agli Assoluti di fine giugno a Rovereto ha invece sfiorato il successo con 74,22.
In pista, applausi per la brillante volata della 18enne Ilenia Angelini (Asa Ascoli Piceno) che nei 200 sfreccia in 24”36 (-1.0) mancando di soli tre centesimi il record personale, al rientro dagli Europei under 20 dove ha corso i 100 metri in maglia azzurra. Tornando ai lanci, nel giavellotto, atterra a 67.29 il giavellotto Simone Comini (Asa Ascoli Piceno) davanti al 56.79 dello junior compagno di club Francesco Mancini, ma si fa notare anche il campione mondiale paralimpico Luigi Casadei (Sef Stamura Ancona) con 53.34 a un soffio dal suo record europeo di categoria che è appena tre centimetri più avanti.

Nel triplo nuovo miglioramento del 16enne Mattia De Angelis (Asa Ascoli Piceno) che piazza un salto a 13.77 (+0.7), nei 100 il vento contrario frena gli sprinter con il successo di Michele Ferracuti (Sport Atl. Fermo) in 11”10 (-2.8) e nei 1500 metri il 19enne umbro Federico Mogetti (Atl. Libertas Orvieto) si impone con 3’51”50. Tra i cadetti, in evidenza il giavellottista Pietro Colonnella (Asa Ascoli Piceno) a 50.11.

Assegnati quindi i consueti trofei alle migliori società in base alla classifica a punti, con la doppietta dell’Asa Ascoli Piceno: al maschile nella 27ª Coppa Sant’Emidio, davanti ad Atletica Barbas Reggio Calabria e Us Aterno Pescara, tra le donne per il 31° Memorial Raffaella Iannetti nei confronti di Mezzofondo Club Ascoli e Capanne Pro Loco Athletic Team.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2021/COD8792/Index.htm






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2021 alle 11:27 sul giornale del 27 luglio 2021 - 172 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche, comunicato stampa