Fermo: "Ciao Marzio". Stamattina le esequie di Marzio Marini, il 52enne di Montegiorgio accoltellato domenica scorsa a Belmonte Piceno

2' di lettura 23/07/2021 - Bagno di folla nella Chiesa San Paolo Apostolo di Piane di Montegiorgio. "La morte di Marzio è una realtà che non volevamo accadesse, ma che deve servirci per a diventare persone migliori”- ha detto Don Pierluigi nell'Omelia.

Montegiorgio- “ Amarti è stato facile, dimenticarti impossibile. Ciao Marzio”. Queste le parole scritte in rosso su un telo bianco sorretto da alcuni giovani ad aspettare la bara di Marzio Marini, fuori dalla Chiesa San Paolo di Piane di Montegiorgio dove stamattina si è celebrato il rito funebre.

Una cerimonia molto partecipata, come era prevedibile, con una folla di parenti, amici, conoscenti che la Chiesa non poteva contenere e che si è riversata anche sul Sagrato e lungo la strada . Nessuno è voluto mancare all’ultimo saluto del 52nne di Piane di Montegiorgio che nella notte di domenica 18 luglio è stato ucciso a coltellate dal suo collega di lavoro e amico Paolo Finucci, ora in carcere con l’accusa di omicidio, al colmo di in una lite furibonda scoppiata tra i due a Belmonte Piceno, davanti alla casa del Finucci, dopo aver trascorso l’intera giornata insieme.

Né non sono mancati il Sindaco di Montegiorgio Michele Ortenzi e i rappresentanti dell’Ippodromo San Paolo, dal proprietario Salvatore Mattii a tutti coloro che Marzio lo hanno conosciuto bene nei tanti anni in cui ha lavorato come addetto di scuderia diventando uomo di fiducia e amicone di tanti .

La Santa Messa è stata celebrata da Don Daniel e Don Pierluigi che nella omelia ha invitato tutti a un momento di silenzio e di riflessione profonda perché “ la morte di Marzio è una realtà che non volevamo accadesse, ma che deve servirci per diventare persone migliori”.

Toccanti i saluti finali letti all’altare da un nipote di Marzio e poi da alcuni ragazzi a nome di altri nipoti e del fratello Mirco. Emerso il ricordo di uno zio coraggioso e pieno di amore , e quello di un fratello sì con qualche difetto, ma con talmente tanti pregi che sopravanzavano tutto il resto. E poi quel ti vogliamo bene Marzio , quasi a riscattare le occasioni in cui quelle parole di amore per lui non erano riusciti a pronunciarle.

Un volo di palloncini in cielo e un applauso scrosciante accompagnato da un corale “ Ciao Marzio”, hanno poi fatto da cornice al momento in cui la salma è stata caricata sul carro funebre per poi partire alla volta del Cimitero di Montegiorgio dove è stata tumulata.






Questo è un articolo pubblicato il 23-07-2021 alle 16:52 sul giornale del 24 luglio 2021 - 296 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, marina vita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cbNI





logoEV