Politiche abitative, Ciccioli (FdI): "Da Pd solo ideologia e nessun apporto concreto alla Legge per il riordino del sistema regionale"

2' di lettura 20/07/2021 - “Da quando è stata approvata dall’Aula consiliare la Legge regionale in tema di “Riordino del sistema regionale delle politiche abitative” è tutto un fiorire di dichiarazioni all’insegna del conservatorismo da parte di esponenti del Partito Democratico.

Gli stessi che, seppur invitati a più riprese, a fornire il loro contributo scevro da ideologia e prese di posizione fini a sé stesse, si son guardati bene di farlo nelle sedi istituzionali opportune, preferendo gli sproloqui senza contraddittorio nei mezzi di informazione”. Questo il commento del capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale, Carlo Ciccioli a seguito dell’approvazione della Legge Regionale avvenuta il 13 luglio scorso.

Nella nuova legge, tutela del diritto e della legalità sono le direttrici principali. Si riserva da un minimo di uno a un massimo del 33% degli immobili disponibili a famiglie under 35, monoparentali, forze dell’ordine, vittime di violenza. Si innalza la soglia della premialità per anzianità di residenza (passa da 0,25 a 0,50) e si porta da 5 a 6 il massimo indice per la disabilità. Rivisti anche i requisiti necessari per i richiedenti extracomunitari con residenza fiscale fuori Italia: viene introdotto l’obbligo di presentazione della certificazione del loro stato reddituale e patrimoniale nello stato d’origine.

“Si sceglie la legalità e l’equità e per questo abbiamo scritto una Legge che rispecchia i cambiamenti avvenuti nella società negli ultimi anni. Fra i criteri di accesso, abbiamo tenuto conto del fatto che, ormai, il 50% delle famiglie è monoparentale e questo andava tenuto in considerazione; come i giovani di età inferiore ai 35 anni che hanno il desiderio di formare una famiglia; sostenere i più deboli e modificato il punteggio per i diversamente abili, innalzandolo. Infine, aspetto non secondario i punteggi che si ottengono in base alla residenza nei Comuni che va a tutelare la coesione della nostra società perché è importante il radicamento. Sono certo che abbiamo dato vita a una Legge migliore, più efficiente ed efficace, alla quale il Partito Democratico ha deciso, ideologicamente, di non partecipare, salvo poi confondere le acque – conclude il capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale delle Marche, Carlo Ciccioli – con dichiarazioni strumentali e non aderenti alla realtà dei fatti”


da Carlo Ciccioli
capogruppo in consiglio regionale FDI



Carlo Ciccioli


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-07-2021 alle 15:23 sul giornale del 21 luglio 2021 - 160 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cbfO





logoEV
logoEV