Fano: Focolaio Covid tra i granata: rinviata Alma-Imolese. Bernardini: “Facciamo i tamponi ogni giorno”

3' di lettura 16/05/2021 - Alla fine è arrivata pure l’ufficialità: l’importante gara di playout di Lega Pro tra Alma Juventus Fano e Imolese è stata rinviata. Prevista per sabato alle 17 30, la partita è stata messa in stand-by per via di alcuni casi di positività tra le fila del club fanese.

Venerdì sera il parere negativo dell’Asur, primo forte segnale del fatto che il match sarebbe stato oggetto di rinvio. Sabato mattina il comunicato della Lega Pro. “Preso atto della comunicazione dell’Asur Area Vasta 1 – si legge nella nota – si dispone che la gara in programma allo Stadio “Raffaele Mancini” di Fano venga rinviata a data da destinarsi”.

Prima del comunicato ufficiale, mister Alessio Tacchinardi si era espresso sull’inopportunità di giocare con tre giocatori dell’Alma positivi e altri tre negativi con sintomi collegabili al Covid. “Io penso che giocare una partita come questa sia irriguardoso nei confronti dei tanti morti che il nostro paese conta e continuerà a contare – aveva detto il mister -, in questo momento il discorso sportivo viene in secondo piano. Quello che voglio rimarcare è un problema di salute generale da parte di tutti, da parte della mia squadra con chiara preoccupazione anche per l’avversario. L’Imolese – aveva aggiunto - è una squadra di cui ho grande stima e simpatia, conosco il presidente, con cui sono molto amico, e proprio per la tutela della salute anche loro mi sento di fare presente la situazione attuale”.

Tacchinardi aveva dovuto preparare la partita con tre giocatori positivi. Prima ne era risultato positivo uno, due giorni dopo altri due, uno dei quali con una carica virale altissima e sintomi importanti emersi due giorni dopo essersi positivizzato. A questi si sommano altri tre potenziali contagiati e altrettanti negativi ma con sintomi simili. “Io stesso – aveva concluso Tacchinardi - ho disertato degli allenamenti a causa di un forte mal di testa, debolezza e mancanza di lucidità. Mi sembra che così non sia corretto affrontare una partita ancor più se così delicata, e non è concepibile che la Lega non possa rinviare una partita del genere dopo che ha rinviato un play-off con una marea di squadre già tutte organizzate per giocare, con la serie C ferma dieci giorni per una sola gara play-off che comporta ribaltamento di preparazione e tutto il resto per tutte le compagini che disputano i play-off”.

Alla fine, come detto, il rinvio è arrivato. “Ringrazio le istituzioni sanitarie che hanno fatto il proprio dovere con coscienza – ha commentato il direttore generale dell’Alma Simone Bernardini -. Ringrazio soprattutto Ghirelli e Paolucci che si sono messi a completa disposizione quotidianamente. In questi giorni ci siamo sentiti non spesso, di più. Ringrazio anche il presidente che ha messo la squadra in condizione di effettuare i tamponi quotidianamente, quindi oltre il protocollo, per salvaguardare la situazione. Stiamo cercando una struttura che ci ospiti per effettuare la famosa ‘bolla’ e circoscrivere la squadra da eventuali nuovi contagi, e per cercare di trovare la giusta concentrazione per affrontare queste due gare in attesa di sapere la data della disputa”.


Per le tue segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-05-2021 alle 09:37 sul giornale del 17 maggio 2021 - 477 letture

In questo articolo si parla di fano, sport, calcio, alma juventus fano 1906, Simone Celli, comunicato stampa, covid-19

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b3cQ





logoEV
logoEV