Piano triennale della Cultura, via libera del Consiglio Regionale

ciccioli 1' di lettura 20/04/2021 - Approvazione a maggioranza da parte del Consiglio regionale delle Marche (contrario il gruppo del Pd, astenuto il M5S) dell’atto amministrativo, ad iniziativa della Giunta regionale, concernente il Piano triennale della Cultura valevole per le annualità 2021/2023.

Relatori in Aula sul provvedimento i consiglieri Carlo Ciccioli (FdI), per la maggioranza, e Marta Ruggeri (M5S), per la minoranza. Il provvedimento definisce le strategie e gli interventi in tutti gli ambiti collegati alla cultura e alla valorizzazione del suo patrimonio, in un giusto compromesso tra azione pubblica e privata. Nuove opportunità e occasioni per i tanti operatori marchigiani della cultura, anche emergenti e, più in particolare, i giovani del cratere sismico, ruolo più forte delle amministrazioni comunali nel poter attuare una propria programmazione culturale e impegno alla valorizzazione del patrimonio culturale diffuso.

Il documento programmatorio è composto da quattro parti, il quadro normativo di riferimento, la descrizione di alcuni progetti speciali e multidisciplinari (la valorizzazione dei borghi storici, grandi celebrazioni di personaggi illustri ed eventi espositivi), gli interventi sui sistemi culturali (es. Innova Teatri) e, infine, l’interazione della promozione culturale con gli altri settori, quali quello educativo, del volontariato e del welfare. La votazione finale è arrivata al termine di un lungo dibattito, chiuso dall’intervento del Presidente della Giunta regionale, Francesco Acquaroli, e da quello dell’assessore alla Cultura, Giorgia Latini.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2021 alle 16:18 sul giornale del 21 aprile 2021 - 131 letture

In questo articolo si parla di cultura, marche, Assemblea legislativa delle Marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bYxm





logoEV
logoEV