Fano: Violenza e umiliazioni contro la convivente con cui gestiva un’attività: denunciato

1' di lettura 15/04/2021 - Sopraffazioni, umiliazioni. Un lento progredire verso il peggio, infine la denuncia.

Non è mai semplice affrontare certe sofferenze fisiche e morali. Figuriamoci quando vittima e ‘carnefice’ gestiscono insieme un’attività commerciale. Alla fine, però, il vaso è stato colmo. Non ce l’ha fatta più la donna che ha dovuto subire tutto questo, dopo anni trascorsi tra le umiliazioni inflittegli dal convivente – un fanese sulla quarantina - nella vana speranza che tutto questo potesse finire da sé. Anche perché il tutto non si era svolto ‘soltanto’ tra le mura domestiche – come se non fosse già abbastanza -, ma anche inevitabilmente sul luogo di lavoro. Dalle indagini è infatti emerso come il convivente la denigrasse, sminuendone persino le capacità professionali.

A seguito della denuncia gli agenti hanno rapidamente attivato la procedura del ‘codice rosso’ con il coordinamento dell’autorità giudiziaria pesarese. È stata così applicata nei confronti dell’uomo la misura cautelare dell’allontanamento immediato e del divieto di avvicinamento alla vittima.

La vicenda fa il paio con quella di un altro 40enne fanese che stava perseguitando l’ex compagna e che era arrivato a minacciare persino la loro figlia (i dettagli). Due episodi che - come ricordano dal commissariato - sottolineano l’importanza di segnalare e denunciare sempre le violenze fisiche e psicologiche subite nel privato, che sia a casa oppure sul lavoro.

Per le tue segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per restare sempre aggiornato iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 15-04-2021 alle 16:06 sul giornale del 16 aprile 2021 - 145 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, fano, violenza di genere, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bXFd





logoEV