Civitanova: Elezioni comunali 2022, ecco il primo candidato sindaco: Vinicio Morgoni è il volto di La Nostra Città

3' di lettura 10/04/2021 - Manca più di un anno alle elezioni comunali, ma abbiamo già il primo candidato sindaco in campo. Il gruppo La Nostra Città, formatosi qualche mese fa, ha infatti annunciato in mattinata il suo “uomo”: si tratta di Vinicio Morgoni, 65 anni, ispettore del lavoro, originario di Potenza Picena ma ormai da oltre un decennio trapiantato a Civitanova (dove la moglie lavora come insegnante).

Un uomo fortemente radicato all’interno dell’associazionismo che guarda alla terza età, avendo rivestito il ruolo di presidente dell’associazione anziani e del gruppo Civita Senior. «Questa è una lista civica di centro, che guarda all’insegnamento di don Sturzo nel motto “Servire, non servirsi”», ha voluto precisare Morgoni, che non ha però voluto ancora svelare i nomi della sua squadra. Per ora ci si deve limitare ad alcuni dei presenti alla piccola cerimonia di presentazione tenutasi in mattinata nel piazzale antistante i giardini di via Martiri delle Foibe, non tutti neofiti della politica cittadina: Giovanna Capodarca, già candidata sindaco per la lista CivitaNoi, la portavoce Marina Vezzoso, voce della lista nelle sue prime uscite social, e il presidente dell’associazione Città Ideale Luciano Baiocco. «Al nostro interno ci sono persone di destra e di sinistra, ma per noi non è importante il colore del gatto ma il gatto in sé – rimarca Morgoni – abbiamo iniziato interlocuzioni ad ampio respiro con tante persone e partiti, con alcuni di questi abbiamo già degli accordi che presenteremo a breve: l’importante è raccogliere le migliori energie della città. Ciò che conta, a livello locale, sono i fatti e il metodo: in questo gruppo tutti esprimono la loro opinione, poi si arriva a una sintesi. Siamo una lista poco conosciuta, per questo motivo abbiamo deciso di partire con così largo anticipo: vogliamo presentarci con i fatti ai tanti indecisi delusi dal modo di fare politica attuale».

Attenzione alla terza età, occupazione e alcune opere pubbliche strategiche sono al centro del programma elettorale che i gruppi di lavoro interni alla lista stanno strutturando. «L’associazionismo può fare molto, ma non può andare oltre un certo punto – spiega Morgoni – per questo abbiamo deciso di scendere nella competizione politica. Dai nostri gruppi di lavoro sono nati già 15 progetti che sottoporremo man mano alla città nei prossimi mesi, progetti volti a creare lavoro e buona amministrazione. A Civitanova ci sono 9 mila anziani: creare progetti che li aiutino potrebbe generare centinaia di posti di lavoro già soltanto in questa direzione. Qui invece vediamo solo investimenti in opere temporanee, come la rotatoria alla fine della superstrada, i cui fondi potevano essere destinati per migliorare la produttività della città, magari pensando a un progetto “Moda Civitanova”». E poi la zona Ceccotti, il mercato ittico («guardiamo all’esempio di Fano, dove la collaborazione pubblico-privato ha portato a un’azienda con 10 milioni di fatturato e 150 dipendenti») e molto altro. «Abbiamo una visione keynesiana della politica: la mano pubblica deve dare la spinta alla città», finisce Morgoni. La lunga volata verso il 2022 è già iniziata.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/








Questo è un articolo pubblicato il 10-04-2021 alle 15:15 sul giornale del 12 aprile 2021 - 134 letture

In questo articolo si parla di vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bWVk





logoEV