Piano turismo, via libera della Commissione sviluppo economico

3' di lettura 09/04/2021 - La Commissione Sviluppo economico, presieduta da Andrea Putzu (FdI), ha approvato il Piano regionale del turismo 2021-2023, voto favorevole della maggioranza, FdI, Lega, Civici Marche, astenuto il Pd. La proposta di atto amministrativo, a iniziativa della Giunta regionale, definisce scelte, priorità, strumenti e mezzi finanziari per la creazione di un “sistema turistico del territorio, moderno e aggregato”.

Per la crescita e lo sviluppo del settore, le linee programmatiche fissano come primo obiettivo il superamento della frammentazione, individuando 22 misure operative. In primo piano tra i progetti altamente strategici la costituzione dell'Agenzia per il turismo e l'internazionalizzazione Marche, oggetto di una specifica proposta di legge presentata dall'esecutivo. Dotata di personalità giuridica e di autonomia, l'ATIM avrà il compito operativo di coordinare l'offerta turistica complessiva, collaborando con soggetti pubblici e privati. «Esprimo grande soddisfazione per l'approvazione in Commissione del Piano Triennale del Turismo – afferma il Presidente Putzu - Ringrazio il Presidente Acquaroli per aver tenuto con sé la delega e per l'idea che ha di turismo per le Marche, volta a far crescere la nostra Regione. Voglio infine dire grazie a tutti coloro che hanno partecipato alle audizioni, ci hanno inviato importanti osservazioni che abbiamo trasformato in emendamenti approvati in Commissione».

Investire sul brand Marche, sui mercati nazionali ed esteri, costruire prodotti turistici legati alla destinazione Marche, ammodernare il sistema turistico regionale qualificando l'accoglienza con circuiti turistici ed eccellenze. Sono i tre indirizzi contenuti nel Piano, di cui relatori sono i consiglieri Mirko Bilò (Lega) per la maggioranza e Antonio Mastrovincenzo (Pd) per l’opposizione.

«Ascolto e innovazione le parole chiave del Piano – sostiene Bilò - In Commissione, ascoltando le organizzazioni di categoria e le associazioni, abbiamo raccolto proposte e suggerimenti integrativi, tradotti in emendamenti che sono stati accolti e inclusi nel testo. A questo – aggiunge - si unisce l’innovazione, perché questo piano triennale mette in campo strategie ed idee innovative, abbinate a nuovi strumenti operativi, tra cui l’agenzia regionale del turismo e dell’internazionalizzazione, a dimostrazione di quanto questa Giunta regionale e il Presidente Acquaroli, in modo particolare, ritengano fondamentale e strategica la crescita di questo comparto per rilanciare l’economia della nostra regione».

Voto di astensione per i consiglieri del Pd, «in attesa di un ulteriore approfondimento nel Gruppo – spiega il Vicepresidente Mastrovincenzo – per una valutazione complessiva e per proporre anche eventuali successivi emendamenti in Aula. In Commissione ne abbiamo approvati diversi, frutto delle sollecitazioni delle categorie del settore. Pur ravvisando alcuni aspetti positivi nel testo – evidenzia - c’è una complessiva indeterminatezza di azioni da intraprendere e obiettivi da raggiungere, un lungo elenco generico nelle varie misure che poi rischia di non tradursi in interventi concreti. Rimane poi il grave errore di aver inserito nel Piano l’Agenzia del Turismo che in realtà ancora deve essere istituita, dato che la proposta di legge è in discussione in Commissione».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2021 alle 12:16 sul giornale del 10 aprile 2021 - 161 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, consiglio regionale delle marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bWG3





logoEV